Il presidente della Roma, James Pallotta, ha parlato ai microfoni di RomaRadio. Queste le sue parole riportate da vocegiallorossa.it

C’è stata una cospirazione anti-Di Francesco?
“A Roma c’è questa tendenza di inventare qualcosa. Mi sono svegliato questa mattina e ho letto questa cosa. È stato uno schock per me. Vorrei sfidare questo giornalista, avere un confronto faccia a faccia e se ha le prove di quello che ho detto alla squadra sono felice di offrirgli una cena e dargli 50.000 dollari. Sono estremamente stanco di questa gente…”  

Qual è il tuo vero pensiero su Di Francesco?
“Quando è finita la partita contro l’Atletico sono andato negli spogliatoi e mi sono congratulato con Alisson, Manolas che hanno dato il cuore. Mi sono congratulato con Monchi e Di Francesco. Non ho usato parole negative verso la squadra. L’unica cosa di cui mi sono lamentato è stato quando ho rivisto dal replay che potevamo avere un calcio di rigore a nostro favore nel primo tempo e uno nel secondo tempo. Sono molto contento del lavoro di Monchi, del lavoro di Di Francesco. Rinnovo l’invito a questo giornalista di dimostrare il contrario. È bene che i tifosi della Roma ci sia un disegno preciso di buttare giù la Roma. Sono stufo e se dovrò intervenire quotidianamente per smentire questo tipo di illazioni lo farò quotidianamente”. 

Il meglio deve ancora venire?
“Penso che la squadra stia lavorando duramente a Trigoria. Abbiamo un nuovo coach e il miglior DS che è Monchi. Abbiamo vinto a Bergamo dov’è difficile per tutti vincere. Contro l’Inter abbiamo preso 3 pali, giocato al meglio per 60′ e c’era un rigore che era facile da vedere, poi la partita è finita male. In Champions abbiamo giocato contro una squadra che ha giocato 2 finali di Champions League negli ultimi anni e tutti sappiamo quanto sia difficile. 0-0 In Champions League contro loro è un buon risultato, basta vedere il risultato delle altre italiane in Champions. Alcuni giocatori stanno rientrando e da quando sono presidente della squadra non abbiamo mai avuto una squadra così completa”. 

Prossimo mese molto importante per la Roma?
“Non voglio guardare al prossimo mese. Stiamo cercando di costruire qualcosa a lungo termine di duraturo. Nei prossimi mesi finalmente ci saranno notizie positive sullo stadio, in un certo senso definitive. Sul campo c’è sempre il fattore fortuna e nel prossimo mese magari potremmo perdere qualche partita, ma sarà sempre il prossimo mese”

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.