A pochi giorni dal suo addio alla Roma, Monchi ha già ricominciato a lavorare per il Siviglia, club del quale ha contribuito a scrivere pagine di storia molto importanti, ancora una volta in veste di direttore sportivo.

L’ex dirigente giallorosso ha parlato in quest modo degli ultimi eventi del periodo trascorso a Trigoria:

Il mancato intervento stampa prima di Porto? Penso che in quel momento la persona che ha parlato, Totti, potesse inviare un messaggio ancora più potente. Francesco sta crescendo tantissimo come dirigente, abbiamo pensato che fosse il momento giusto per lui. Pastore e Gonalons? Credo che Pastore ancora possa fare quello che ha dentro di sé, è stata una stagione particolare è vero, con tanti infortuni, ma sono convinto che possa ancora fare la differenza. Per quanto riguarda Gonalons, qui a Siviglia sono contentissimo con lui. Ha avuto due infortuni brutti, ma ogni volta che scende in campo fa prestazioni di alto livello. Non è il momento però di parlare di questo, fino al 30 giugno è un giocatore del Siviglia e poi si vedrà.
Un messaggio ai tifosi della Roma? Mi dispiace che le cose siano finite così, posso dire solo che fino all’ultimo momento ho sempre sentito il sostegno dei tifosi al di là del fatto che non tutti potevano essere contenti di me. Quella della Roma è una tifoseria grande, di un club importante”.


U

CONDIVIDI