Il Ds Della Roma, Monchi, ha presenziato la conferenza stampa di presentazione del neo acquisto dei giallorossi dal Manchester City, Aleksandar Kolarov. Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com:

Dopo la partita di ieri ha visto passi in avanti da parte della squadra?
“Credo che stiamo migliorando, nelle quattro amichevole giocate direi che ieri sono uscito dal campo con buone sensazioni. Dobbiamo migliorare ma ci stiamo avvicinando all’idea di calcio di Di Francesco, sono soddisfatto”.

Cosa pensa possa dare Kolarov dal punto di vista della personalità? È stato difficile prenderlo?
“Inizierò dalla fine dicendo che l’accordo è stato molto rapido, saputo del nostro interesse nei suoi confronti, ho percepito che fosse reciproco. Su quello che lui potrà dare credo che la miglior risposta sia la partita di ieri, la sua prestazione ne è la sintesi”.

Siete pronti a fare un’altra offerta per Mahrez?
“Durante la conferenza di presentazione di Defrel ho detto che la Roma era arrivata a un punto considerato giusto per Mahrez, abbiamo effettuato l’offerta più importante della storia della Roma, 30 milioni di euro fissi più bonus. Non faremo altre offerte, abbiamo compiuto già i passi giusti e onesti, la palla passa al Leicester, attendiamo una loro risposta. Stiamo comunque lavorando su altre piste, ribadisco che la Roma è fatta al 90%”.

Considera rischioso iniziare la stagione con tanti difensori non al meglio? La rosa è corta?
“Non sono preoccupato, a destra abbiamo Bruno Peres, mentre a sinistra siamo molto coperti. Per il resto credo che ci siano i giusti giocatori, dopo le amichevoli in Spagna valuteremo se fare altre mosse. Siamo soddisfatti della prestazione di ieri, non del risultato”.

È preoccupato dall’aumento dei prezzi dei giocatori che si sta registrando negli ultimi tempi?
“Abbiamo già affrontato questo tema. Siamo entrati in una situazione dove non si vede la fine, vedremo se il calcio è in grado di reggere questa inflazione”.

Cosa c’è di vero nella trattativa tra Roma e Juventus per Strootman?
“Come ho già detto non abbiamo interesse a trattare Kevin e per questo non devo aggiungere altro”.

Quali sensazioni ha vissuto ieri sera?
“Era la prima volta nella mia vita che venivo a Sanchez Pizjuan a giocare contro il Siviglia ed è stata un’emozione forte. Credo che sia stata una bella partita per il pubblico, in una serata importante per il ricordo di Antonio Puerta: le tifoserie lo hanno omaggiato nel modo migliore”.

Roma e Siviglia hanno il potenziale per dire la loro sia in campionato che in Champions?
“Sì, possono fare bene entrambe. Prima però viene il presente: Bergamo per la Roma e il preliminare per il Siviglia. Il sogno dei romanisti è vincere un titolo”.

Com’è stata l’estate lontana da Siviglia? Più facile o più difficile?
“Credo sia stata abbastanza simile, il lavoro è lo stesso anche se in una squadra diversa. Cercherò di fare il meglio per la Roma. Il club mi ha accolto in modo straordinario, come anche la stampa e i tifosi.

Cosa pensa del ritorno di Jesus Navas?
“L’ho visto e l’ho salutato, augurandogli il meglio”.

Come valuta il precampionato e il mercato del Siviglia?
“Preferisco non giudicare il lavoro degli altri, sarei presuntuoso”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008