Il calciomercato della Roma, incentrato sul rinforzo della rosa, si è trasformato nelle ultime settimane di mercato in una ricerca costante di un esterno d’attacco. La cessione di Salah, infatti, ha generato un malumore all’interno del tifo giallorosso che ha costretto il Ds Monchi a rimpiazzare tale cessione con due acquisti di primo livello.

Il primo è Gregoire Defrel, ex Sassuolo e sponsorizzato da Di francesco; il secondo, invece, è il giovane talento ex Sampdoria Patrick Schick, arrivato a Roma per la modica cifra di 40 milioni.

Pur avendo messo a segno questi due colpi sono sorti diversi punti interrogativi soprattutto per quanto riguarda il ruolo che andranno a svolgere nello scacchiere giallorosso.

Nati come due prime punte, gli schemi tattici del tecnico abruzzese richiedono un esterno d’attacco pronto a sacrificarsi anche in fase difensiva: Defrel nelle prime due partite di campionato, pur non avendo una buona attitudine difensiva ha saputo imporsi in tale ruolo sacrificando il proprio istinto offensivo. L’attaccante di nazionalità ceca, invece, ancora tutto da scoprire con la maglia dei capitolini, tende ad allargarsi sulla destra ma da centravanti. Quindi il suo impiego sulla fascia destra potrebbe portare una copertura minore sula tale fascia, problema che verrebbe surclassato soltanto attraverso la presenza di un centrocampo muscoloso come quello composto da Strootman, De Rossi e Nainggolan.

Naturalmente, a seconda delle varie prestazioni si potrebbe pensare anche ad un cambio modulo in linea con la filosofia calcistica del tecnico: rimanendo con la difesa a 4 Perotti potrebbe agire da trequartista puro dando maggior spazio al duo Dzeko-Schick o Dzeko-Defrel; con la difesa a 3 i due terzini andrebbero a formare i laterali del centrocampo e uno dei due nuovi innesti lavorerebbe al fianco del centravanti bosniaco sacrificando però l’argentino ex Genoa.

UFFICIALE – Patrik Schick è un nuovo giocatore della Roma, ecco le cifre

UFFICIALE – Roma, preso Defrel dal Sassuolo

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008