Ha parlato questa mattina, ai microfoni di Radio Cusano Campus, il vicepresidente della Camera Dei Deputati e consigliere al comune di Roma, Roberto Giacchetti, intervenendo sulla questione legata alla costruzione dello “Stadio della Roma”, progetto che sembra proprio non voler andare in porto, come si può evincere anche dalle parole del Deputato.

Sono ancora convinto che lo stadio non si farà mai. Come romano e romanista mi piange il cuore. Il progetto che consentiva a quel quadrante di avere 400 milioni da un privato che venivano messi a disposizione del Comune per opere infrastrutturali era fondamentale. L’amministrazione ha ridotto le cubature, con l’eliminazione del grattacielo, ma in termini di occupazione del suolo sarà molto peggio il progetto perché sarà spalmato per non so quante centinaia di metri il manufatto”.

A parte questo, secondo Giachetti:  “La riduzione delle cubature ha comportato quasi l’azzeramento dei fondi che verrebbero dati per le opere pubbliche. Questa sproporzione fa venire meno l’interesse pubblico, perché è evidente che prevale l’interesse privato di realizzare l’opera e quello che ritorna alla città e alla comunità è praticamente niente. Io dico che è stata fatta un’operazione d’immagine che purtroppo non tiene rispetto alla realtà del principale obiettivo della legge sugli stadi e cioè che deve prevalere l’interesse pubblico

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008