Protagonista di un’intervista rilasciata ai microfoni dell’AS Roma Match Program, il centrocampista della Roma Maxime Gonalons ha parlato di questi suo primo periodo vissuto nell’ambiente giallorosso, nel quale ha deciso di approdare questa estate dopo ben 17 anni trascorsi all’Olympique Lione.

Il francese ha iniziato parlando della squadra e del gruppo che si è formato, dicendo che ha avuto solo impressioni eccellenti e che si sta ambientando e sta legando con un gruppo straordinario, e delle differenze tra Italia e Francia, esponendo anche alcune analogie tra i due paesi ed i rispettivi campionati. Inoltre, il 28enne ha parlato dei motivi che lo hanno portato a vestire la maglia della squadra della Capitale e della preparazione svolta nel pre-campionato, nel quale è riuscito a partecipare sin dal primo giorno di ritiro a Pinzolo.

Ecco le parole di Gonalons:

Per la prima volta in carriera sta affrontando una stagione in una squadra diversa dal Lione, quali le sensazioni? “Da quando sono arrivato a Roma ho avuto solo impressioni buonissime, eccellenti. Ho imparato a conoscere un gruppo straordinario, sia dentro che fuori del campo, un vero collettivo, un gruppo unito. Mi sto ambientando, non ho ancora avuto modo di giocare partite ufficiali ma mi impegno al massimo in allenamento e per me è davvero un piacere far parte di questo gruppo. Voglio dare il mio contributo e vedremo da qui alla fine dell’anno come andranno le cose”.

Quali differenze ha notato tra la realtà di Roma e quella di Lione? “La principale differenza chiaramente è linguistica e culturale. Penso che il campionato italiano somigli e abbia delle analogie molto forti con quello francese. Pertanto, ritengo che si addica bene a quelle che sono le mie caratteristiche di calciatore. Sappiamo che il campionato italiano è molto tattico, ma lo è anche quello francese, insomma non ho riscontrato differenze significative. La Roma è un grande club, con grandi calciatori, questo mi permetterà di continuare a crescere e spero davvero di vincere qualche titolo con la squadra quest’anno”.

Cosa la ha fatto decidere di cambiare club? Chi o cosa l’ha convinta? “La scelta di cambiare squadra, di cambiare universo è maturata a fine stagione scorsa. C’erano state delle incomprensioni con il club, un po’ di discussioni, e ad un certo momento ho sentito che dovevo fare qualcosa di diverso. Avevo dato tutto per il club nel quale sono cresciuto, avrei anche voluto continuare a farlo, ma non è stato possibile e quando si è presentata l’offerta della Roma non ho avuto alcuna esitazione. Le trattative infatti sono andate a buon fine molto rapidamente e oggi sono felicissimo di essere qui”.

Si è aggregato alla squadra già dal primo giorno di ritiro a Pinzolo, come giudica il percorso della squadra da quest’estate ad oggi? “È vero, ho avuto la fortuna di partecipare al ritiro pre-campionato già da Pinzolo, ho potuto così conoscere già a fondo il gruppo di lavoro e più in generale quello che significa questo club. Abbiamo già giocato due partite di campionato, la preparazione si è svolta al meglio e a mio avviso abbiamo tutte le carte in regola per fare bene quest’anno sia a livello nazionale che internazionale”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008