Roma, Florenzi: “Vittoria meritata, non è facile uscire dall’Olimpico senza subire gol”

alessandro florenzi

Al termine della vittoria contro il Torino il terzino della Roma Alessandro Florenzi ha rilasciato diverse dichiarazioni.

“Sappiamo che il Torino ha la qualità di avere una grande preparazione atletica, è stato un match difficile, faceva caldissimo. Abbiamo creato tantissimo e siamo riusciti solo all’ultimo a vincere con una grande giocata di Edin, potevamo fare gol prima, abbiamo preso tre pali, penso però che sia una vittoria meritata. Kluivert? Justin non lo scopro io, è giovane e deve lavorare su di lui. Oggi ha fatto vedere cosa sa fare, ha fatto la giocata che porta al gol di Edin, ha aiutato le due fasi così come Cristante e Schick che sono entrati con il piglio giusto, serviva freschezza perché non era una partita semplice e siamo felici per la vittoria. Cosa porta Cristiano Ronaldo alla Serie A? Non sono emozionato nell’affrontarlo, con tutto il rispetto. Mi piace il calcio e vedo Chievo-Juventus come posso vedere un’altra partita. Sicuramente è un avversario fortissimo, così come lo saranno altre squadre”, spiega a Sky Sport.

“È sempre bello vincere, primo minuto, 89′, l’importante è vincere. Alla fine, dopo 3 pali, è stata una vittoria meritata. 3 punti che fanno guardare avanti? Sì, le amichevole lasciano il tempo che trovano, dovevamo fare i fatti e non abbiamo preso gol e portato a casa la vittoria. Caldo? Loro sono una squadra che mette tanto la fisicità e oggi non hanno avuto per tutto il tempo questo, perché c’eravamo noi e un grande caldo. Abbiamo tenuto bene il campo, siamo stati uniti e abbiamo con il gruppo, lottato e cercato la vittoria fino all’ultimo. Kluivert? È un ragazzo che può spaccare le partite. Nella sua fisicità è brevilineo e riesce a entrare subito in partita, come Cengo che entra frizzantino e può portare grandi giocate come quella del gol. Tanti errori? Sono cose che dobbiamo migliorare: dall’ultimo passaggio al fraseggio iniziale. Dobbiamo cercare di sbagliare il meno possibile. Tante squadre giocheranno contro di noi in contropiede. Dobbiamo prendere fiducia. Campionato? Vogliamo migliorare tutto quello che abbiamo fatto l’anno scorso, cercare di non avere delle battute d’arresto importanti che possono levarci punti pesanti”, racconta a Roma Tv.

Le sue parole in zona mista: “Oggi secondo me non avremo 11 titolari, giocherà chi starà meglio perché siamo tutti forti e oggi lo abbiamo dimostrato, è entrato Justin e ha cambiato la partita, Cristante e Schick giocherebbero titolari da tutte le parti, tutti sanno come gioca il Torino e come Mazzarri imposta le partite, secondo me è una vittoria meritata. Difficoltà di oggi? Questa è la prima partita, non so quanti gradi facevano oggi e faceva molto caldo, siamo andati a tratti, abbiamo tenuto meglio il campo a volte, altre volte lo erano loro ma poi la qualità del gioco è venuta fuori. Che ruolo possiamo recitare? Presto per dirlo, oggi è una grande vittoria ma dobbiamo sempre migliorare perché non dobbiamo avere un obiettivo, dobbiamo migliorare in campionato, in Coppa Italia e in Champions League, anche se lì sarà difficile. Olsen? Abbiamo fatto un clean sheet importante, non è facile uscire senza gol da questo stadio, abbiamo fatto del nostro meglio per integrare Robin”.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008