Il centrocampista della Roma Alessandro Florenzi è stato protagonista sui canali social della società giallorossa dell’iniziativa #AskFlorenzi, in cui ha risposto a tante domande di tifosi e curiosi. Queste le sue parole principali, raccolte da Vocegiallorossa.it:

Che cosa ti piace fare nel tempo libero?
“Sto con la mia famiglia: facciamo passeggiate e andiamo in bici. Poi da solo mi piace giocare alla Playstation, principalmente a Fifa”.

Ascolti musica prima della partita?
“Sì, una principale è Il meglio deve ancora venire, di Ligabue. La mia canzone preferita? Ce ne sono molte di Ligabue, ma anche una di Fiorella Mannoia, In viaggio”.

Il tuo attore preferito?
“Emanuele Propizio, un grandissimo amico”.

La tua serie Tv preferita? 
“Ne vedo poche. Ho visto Narcos, anche durante il viaggio per Qarabag. La ascolto in originale con i sottotitoli in italiano”.

Che sensazione hai provato al gol di Dzeko contro il Verona?
“Una sensazione che non provavo da tempo. Mi ha fatto piacere, spero che non sia l’ultima. Mi sto preparando ancora molto sulla parte fisica, che ancora mi manca”.

Un consiglio per gli infortunati?
“Lavorare tutti i giorni per recuperare il prima possibile. Le persone che gli stanno vicino potranno sicuramente aiutarlo a recuperare più velocemente. Per me è stato fondamentale”.

Come ti sentivi durante l’infortunio a vedere i tuoi compagni di squadra scendere in campo?
“Male, voleva stare in campo e cercare di dare una mano alla Roma”.

Il momento più duro?
“Il primo mese dopo il secondo infortunio”.

Il tuo idolo da bambino tolti Totti e De Rossi?
“Fabregas. Lo ho incontrato con la Nazionale e sono riuscito anche a scambiare la maglia con lui”.

Il viaggio più bello?
“Il viaggio di nozze”.

Ci sono stati dei momenti in cui non pensavi di riuscire a fare il calciatore di Serie A?
“Forse il salto dagli Allievi alla Primavera è stato importante, da lì capivi se potevi far parte di qualcosa di più serio oppure no”.

Un momento calcistico da rivivere?
“L’esordio, è stato un momento importante. Era il 22 maggio 2011, Roma-Sampdoria”.

Il ricordo più bello che ti lega a Totti?
“E’ difficile, ne abbiamo vissuti tanti. Lui ha fatto l’assist al mio primo gol. Anche uno a Milano e visto che giochiamo domenica a San Siro, che possa essere di buon auspicio. Non posso fare solo assist (ride, ndr)”.

Titolare al Fantacalcio?
“C’è gente che esulta per il gol degli avversari, è diventata una brutta abitudine. Speriamo di poter esaurire la richiesta dei fantallenatori”.

A Fifa hai un valore troppo basso: hai 82…
“Intanto ringrazio la Fifa perchè mi hanno aggiornato la foto. Comunque non posso parlare io del mio valore, ci pensano gli addetti ai lavori”.

Quale sport ti piace oltre il calcio?
“La pallavolo, comunque tutti gli sport con la palla”.

Carbonara o amatriciana?
“Carbonara”.

Com’è il tuo rapporto di El Shaarawy?
“Molto buono, veramente molto buono”.

Il gol più bello che hai fatto, tolto quello al Barcellona?
“Quello all’Udinese”.

Hai qualche parente laziale?
“Alla lontana”.

Perchè hai scelto il 24?
“Perchè è il giorno in cui mi sono fidanzato con mia moglie. Non posso scambiarlo con la data di nascita di mia figlia perchè è nata il 10 e nemmeno con il suo anno di nascita perchè è del 2016”.

Ci descrivi cos’è la Roma per te in 4 parole?
“E’ una seconda pelle”.

Qual è il posto degli Stati Uniti che ti è piaciuto di più?
“Santa Monica”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008