L’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco ha parlato a lungo con i microfoni di Roma Radio. Tanti i temi affrontati, di seguito le sue parole.

Come sto vivendo questi momenti? Molto bene, sono cambiate tantissime cose in meglio da quando ero team manager, anche noi dobbiamo cercare di integrare al meglio questa squadra e capire le esigenze generali. Speriamo di sfruttare bene questa settimana con i giovani, alcuni di loro potrebbero restare in Prima Squadra. Sono cambiate molte cose nel calcio odierno, adatteremo il mio lavoro all’organizzazione estiva, alle esigenze delle partite delle 15, delle 20:30, il calcio è cambiato e dobbiamo sfruttare le opportunità che ci saranno, andremo a toccare quello che mi piace di più“.

Dobbiamo partire con il piede giusto perché fa sempre piacere, dobbiamo alimentare costantemente questo entusiasmo. Ieri ci siamo voluti allenare, i miei ragazzi sono stati anche troppo entusiasti (ride), volevamo dare ai tifosi la possibilità di vederci subito, è il desiderio di tutti vedere i ragazzi giocare, c’è piacere nel riprendere il contatto con il pallone dopo le vacanze. Per noi questo è un lavoro, ma non deve mai mancare il piacere di scendere in campo“.

A me piace integrare il più possibile il pallone, per capire determinate cose, per me è fondamentale. Oggi vi anticipo che ci sarà una parte fisica e una tattica, lavoreremo sulla fase difensiva, ci sarà anche la palla, in altre occasioni eviteremo di usare la palla per prevenire gli infortuni. Cercherò di mettere spesso il pallone per far capire i miei input. I giocatori non devono girare per il campo, vogliono trasmettere questo pensiero agli attaccanti, delle volte si prende palla troppo prima, chiedo più incisività“.

Gli abbonamenti? 19.000 è una bella cifra, una grande risposta, chi è partito sono sicuro che sarà sostituito al meglio, la gente ci crede e ci crediamo anche noi. Dobbiamo essere positivi per partire nel migliore dei modi“.

Lo staff? Lavorerò con Tomei, quello che dico io lo dice lui, conosce benissimo il mio modo di lavorare. Abbiamo poi Pierini e Beccaccioli, che hanno lavorato spesso con i giovani, è un fedelissimo, quando ho bisogno di un consiglio mi rivolgo a lui. Abbiamo poi Stefano Romano per la parte tecnica, per integrare alcune cose, cercherà di migliorare la tecnica. Anche voi due potete venire ad allenarvi, ma poi vi devo riprendere“.

CONDIVIDI
Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni '90 e inizio 2000, l'amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008