L’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco ha parlato nel corso della consueta conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Milan: “Sono contento della crescita della squadra, ora dobbiamo migliorare sulla continuità all’interno della gara e sulle due fasi. Fuori dai favoriti per lo scudetto? A me non cambia molto. Le responsabilità ce le abbiamo comunque e ciò che conta come sempre è il campo. A me piace avere responsabilità, avere la possibilità di smentire le persone e poter dimostrare di essere una squadra di vertice”.

Il tecnico giallorosso ha proseguito parlando dei rossoneri: “Montella è veramente un fratello per me, il nostro rapporto è nato ad Empoli e poi ce lo siamo mantenuto. Nel calcio ho tanti amici e Vincenzo è uno di questi. E’ uno ‘scugnizzo’, è ironico. Queste sono le sue peculiarità, sa comunicare utilizzando l’ironia. Da allenatore è bravo a far giocare le proprie squadre.
La partita è importante – riporta TuttoMercatoWeb – per restare agganciati ai primi posti. Noi abbiamo cambiato l’idea di gioco, mi auguro che la squadra possa affrontare anche psicologicamente bene la gara di San Siro. In caso di vittoria i giornali titoleranno ‘Roma c’è’. Noi lavoriamo per restare coi primi, per farlo dovremo andare a San Siro con l’idea di prenderci i 3 punti”.

Il trainer abruzzese ha concluso: “Under sarebbe pronto per giocare titolare. Ha avuto difficoltà con la lingua, ma parla il linguaggio del calcio. Stanotte o domani deciderò se farlo giocare, ma so comunque di avere a disposizione un’arma importante. Sappiamo che èiccoli infortuni ci possono stare quando si alzano i ritmi. Per competere ad alti livelli bisogna allenarsi al massimo, non c’è altra strada. Io devo essere bravo a portare questa cultura del lavoro nella squadra. Nainggolan out dai convocati del Belgio? E’ uno dei top player europei, anche se ogni allenatore è libero di fare le proprie scelte. Poi si devono vedere altre situazioni, mi dispiace per lui ma mi auguro che possa dare qualcosa in più alla Roma. Io, per conto mio, me lo tengo davvero stretto”.

 

CONDIVIDI
Classe '97, studente di Economia. Amante del calcio e delle sue sfaccettature a tutto tondo.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008