Il giorno dopo la bella vittoria contro l’Udinese, il tecnico della Roma Eusebio Di Francesco ha parlato così ai microfoni di Roma Tv:

“La partita? Peccato per il gol preso perché era una situazione leggibile. Negli altri minuti abbiamo imposto un ottimo calcio. Stiamo crescendo con tutti gli effettivi, anche dal punto di vista fisico. Una Roma con più frecce? Per poter competere a certi livelli c’è bisogno anche di cambiare. Se sia difficile mantenere sempre la concentrazione? L’unica cosa che ho detto all’intervallo è stata di non prendere gol per una questione mentale. Bisogna dare forza a un discorso collettivo. Mi è piaciuta la squadra: spesso abbiamo lavorato in avanti in modo corretto. Poca attenzione o un problema nella lettura in alcune situazioni? Non è solo attenzione perché c’è stato un rinvio di Daniele errato e poi Fazio è stato pescato fuori posizione. Se Fazio non si fosse schiacciato avrebbe lavorato meglio su quel pallone. Bisognava essere più bravi a coprire la porta. Vanno analizzati gli aspetti tecnico-tattici.

Sulle corsie laterali? Sono stati bravissimi a risalire assieme per essere aggressivi. Più c’è pressione sulla palla più i difensori sono agevolati nella lettura. Il lavoro dei centrocampisti? Sono stati ottimi. Se una mezzala si apre l’altra deve rimanere dietro. È normale che ogni tanto devono dare ampiezza. Radja, che è bravo a lavorare in ampiezza, oggi è stato bravo tra le linee. La condizione di Strootman? È in crescita come gestione e lettura. Si sforza di fare quello che gli chiedo. Spesso si abbassa troppo a prendere la palla. Sicuramente non è ancora al top ma è un giocatore top”

CONDIVIDI
Salve a tutti, mi chiamo Mario e sono un grande appassionato di calcio. Inoltre mi interesso anche ad altri sport come tennis, basket e nuoto. Per il futuro il mio sogno è diventare un grande giornalista sportivo. Non dico la squadra del mio cuore, sta a voi indovinarla... :=)