Roma, De Rossi: “Non esistono problemi con Nzonzi, fosse per me terrei tutti i compagni di squadra”

De rossi

Alla vigilia del match contro il Chievo, in programma domani alla mezza all’Olimpico, il capitano della Roma Daniele De Rossi è intervenuto ai microfoni de Il Romanista per parlare dei nuovi acquisti.

Queste le parole del frontman giallorosso: “Il legame va bene, sono tanti, ma si integrano bene. Questo è un gruppo sano, aiuta i giocatori nuovi, li abbraccia e li accoglie in maniera spontanea e positiva. Fosse per me terrei sempre tutti i compagni di squadra, anche perché mi affeziono e quando un compagno va via mi dispiace. Poi ci sono idee del mister, del presidente, del direttore e bisogna mettere tutto insieme. Io queste cose non le posso sapere, forse neanche le devo sapere. Ma so che il gruppo c’è, che questi arrivati sono forti, che la squadra è forte.”

In particolare, il 16 romanista ha parlato del dualismo con Nzonzi:“Non mi ha dato fastidio il suo arrivo, casomai ha dato fastidio a chi s’è inventato questa cosa. Posso giocarci tranquillamente insieme a Steven, ha fatto anche il mio ruolo. Possiamo anche alternarci. Mi sembra difficile dire che non possiamo giocare insieme. Non vedo un problema, come potevo giocare con Gonalons. Sembrava che non potessi giocare con Paredes, ed è sempre andata bene. Chi dice che mi ha dato fastidio è una bugia

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.