Il centrocampista della Roma Daniele De Rossi è stato intervistato da Le Iene, principalmente in merito al suo gesto dopo il gol nel derby. Di seguito le sue parole: “Ho la coscienza abbastanza pulita, non ce l’avevo con i tifosi, ma con un collaboratore, cose di campo. Perché sei andato a esultare là (sotto la Curva Nord, ndr)? Perché la porta stava là, se avessi segnato sotto la Sud… Dovresti chiedere ai ragazzi della Lazio, ai dirigenti che rapporto di cordialità ho, poi nei 90′ un pochino si offusca“.

Totti rimane? Dovete chiedere a lui. Tu? Uguale, faccio zero a zero. Sono fasi di una carriera, di una stagione, di un contratto. Gli viene mostrata una maglia della Lazio? Ho la mia migliore amica laziale, ogni derby le porte 3-4 maglie. Non posso dire che sia bella, ho per loro quello che hanno per noi“.

CONDIVIDI
Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni '90 e inizio 2000, l'amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.