Roma, Cristante: “Finiremo tra le prime quattro. A Cagliari per vincere e ripartire”

Intervistato dai microfoni di SkySport, Bryan Cristante, centrocampista della Roma, ha fatto il punto sulla sua avventura in giallorosso iniziata solo qualche mese fa, tracciando diversi temi, partendo dal calore dei tifosi.

Ecco di seguito le dichiarazioni dell’ex Atalanta, riportate da VoceGiallorossa.it

Hai giocato in tante piazze, Roma cos’è ha di diverso?
Roma ha questo calore particolare che si trova solo in questa piazza. La storicità della città viene riportata nella società, la gente ha questo calore, difficile da ritrovare in altri posti”.

Con chi hai legato di più dei nuovi compagni?
“Con tutti. Siamo un bel gruppo, tutti belli affiatati, nello spogliatoio c’è dialogo con tutti e non è scontato”.

Avete raccolto 2 punti in 5 partite contro le piccole. Perché?
“Perché non siamo stati bravi, dobbiamo fare di più contro queste squadre, che sulla carta sono più abbordabili, anche se in A non è mai facile contro nessuno. È uno dei punti principali che dobbiamo migliorare, stiamo lavorando per sistemarlo, dobbiamo riuscirci”.

Sulla carta è abbordabile anche il Cagliari…
“Stiamo lavorando sul campo, abbiamo trovato una certa quadra di squadra, quindi col Cagliari dobbiamo assolutamente portare a casa i tre punti, trovando la continuità che sta mancando”.

C’è un motivo specifico per gli infortuni muscolari?
“No, io penso che a volte c’è quel pizzico di sfortuna che capita tutta insieme. Qualche infortunio è normale, è un caso che ce ne sia qualcuno in più”.

L’età media dell’attacco è di 20 anni e 2 mesi, ti piace questo progetto?
“Siamo giovani tutti forti, anche se ci vuole un po’ più di pazienza c’è un futuro assicurato. Spesso i giovani possono darti quel pizzico di esuberanza in più che fa bene”.

Zaniolo?
“Sta dimostrando che diventerà un grande giocatore, sta facendo molto bene, deve continuare così”.

Che consigli ti sta dando Di Francesco per giocare a 2 in mediana?
“Di Francesco cura molto i movimenti di squadra, dei centrocampisti. Con Steven e gli altri abbiamo movimenti che stiamo imparando sempre meglio”.

De Rossi è molto prodigo di consigli. Ce ne sveli uno?
“Bisogna guardarlo ogni giorno, con la sua esperienza, col tipo di giocatore che è ogni cosa è importante. C’è solo da rubargli il più possibile”.

Juventus-Inter, i bianconeri rischiano?
“L’Inter è un’ottima squadra, si sa che in campionato la Juventus ha una continuità che no ha nessun altro. È una partita aperta”.

In che posizione arriverà la Roma?
“Sicuramente entro le prime quattro, siamo ancora lì, abbiamo tutte le carte in regola. Dobbiamo solo trovare quella continuità che ci sta mancando”.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall'infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese.