Roma, Conti: “Eusebio ha cambiato tattica in tre giorni. Lazio? Complimenti ad Inzaghi”

Bruno Conti

Dopo l’impresa storica di ieri sera, dove la formazione di Di Francesco è stata capace di ribaltare il risultato di 4-1 dell’andata al Camp Nou eliminando il Barcelona di Valverde, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport Bruno Conti, storica bandiera giallorossa, tra i protagonisti della cavalcata in Coppa dei Campioni 1983/84, quando la Roma raggiunse la finale, uscendo sconfitta dopo i calci di rigore contro il Liverpool.

Queste le parole dell’ex ala romanista: “Recuperare in questo modo tre reti è stato meraviglioso. Avevamo voglia di recuperare il risultato sapendo di essere una grande squadra. Si vedeva dall’inizio della stagione che Eusebio sta facendo un grande lavoro, settimana dopo settimana, trasmettendo il suo credo. La squadra ha attraversato momenti di difficoltà, ma ha trovato una grande prestazione. Erano tanti anni che non raggiungevamo la semifinale e anche in campionato stiamo facendo grandi cose. Di Francesco aveva già dimostrato tanto a Sassuolo, qui sta continuando a far bene. Lui ha il vantaggio di conoscere l’ambiente perché ha giocato a Roma. Conosce le emozioni dell’ingresso in campo all’Olimpico e quanto il pubblico sia esigente. La sua bravura sta nel dare le motivazioni giuste. Poi ha cambiato la tattica in tre giorni e ci ha dato grandi soddisfazioni. Dopo la partita dell’andata, parlando con Totti, dissi che contro quel Barcellona tutto sarebbe stato possibile”.

Per Conti, la spinta dell’Olimpico ha dato una grossa mano ai fini del risultato. “Si veniva da una sconfitta inaspettata contro la Fiorentina, ma il pubblico ieri ha incoraggiato la squadra dall’inizio alla fine. Una cornice importante di supporto per i ragazzi. Pallotta? Dopo la sua presentazione si tuffò in piscina davanti a tutti. Noi lo conosciamo, non siamo sorpresi anche se non immaginavo arrivasse a tuffarsi nella fontana. Adesso pensiamo a domenica e al derby. Aspettiamo il sorteggio, ci sarà tempo per concentrarsi sulle semifinali. Il derby? Innanzitutto voglio fare i complimenti a Inzaghi, che sta facendo grandi cose. I ragazzi la affronteranno al meglio, sarà una sfida spettacolare tra due squadre che giocano bene”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.