Roma, casting a centrocampo: ecco i nomi sul taccuino di Monchi

monchi
Il direttore sportivo giallorosso, in occasione della presentazione di Ivan Marcano, ha parlato di mercato

Lo stravolgimento estivo da parte di Monchi sul centrocampo giallorosso non sta dando i frutti sperati e il ds spagnolo potrebbe rimettersi sul mercato per inserire un ulteriore elemento, capace di ridare verva a un reparto tenuto in piedi da De Rossi e completato da elementi non ancora inseriti del tutto, quali Cristante, ‘Nzonzi e Pastore (circa 1600 minuti in tre, la maggior parte del colosso francese). 

I nomi sulla lista dell’ex Siviglia non mancano e alcuni di questi sono vecchi pallini di cui si è già parlato in passato: il primo è Hector Herrera, precedentemente sondato dalla Roma e attualmente in rottura col Porto, con cui è in scadenza a giugno. Il club giallorosso vorrebbe anticiparsi e chiudere coi portoghesi già a gennaio per una cifra vicina ai 15 milioni, ma il possibile passaggio del turno in Champions League, dove dominano il girone con 7 punti, potrebbe complicare la trattativa.

Un altro nome che circola da mesi a Trigoria è quello di Diadie Samassekou, maliano di 22 anni del Salisburgo, inizialmente tenuto in considerazione come alternativa a ‘Nzonzi, poi approdato in giallorosso: gli austriaci chiedono 12 milioni, ma rispetto ad Herrera il classe ’96 assicura meno esperienza.

I buoni rapporti con Mino Raiola, che in estate ha portato a Roma dall’Olanda Justin Kluivert, potrebbero favorire altre trattative sull’asse da Amsterdam: dall’Ajax, infatti, si parla un gran bene di Donny van de Beek, nazionale orange classe ’97 che può ricoprire sia il ruolo di mediano che di trequartista. La concorrenza è tanta sul 21enne e il prezzo può lievitare oltre i 25 milioni, somma che può risultare eccessiva se presa in considerazione a gennaio. 

Lo stravolgimento estivo da parte di Monchi sul centrocampo giallorosso non sta dando i frutti sperati e il ds spagnolo potrebbe rimettersi sul mercato per inserire un ulteriore elemento, capace di ridare verva a un reparto tenuto in piedi da De Rossi e completato da elementi non ancora inseriti del tutto, quali Cristante, ‘Nzonzi e Pastore (circa 1600 minuti in tre, la maggior parte del colosso francese). 

I nomi sulla lista dell’ex Siviglia non mancano e alcuni di questi sono vecchi pallini di cui si è già parlato in passato: il primo è Hector Herrera, precedentemente sondato dalla Roma e attualmente in rottura col Porto, con cui è in scadenza a giugno. Il club giallorosso vorrebbe anticiparsi e chiudere coi portoghesi già a gennaio per una cifra vicina ai 15 milioni, ma il possibile passaggio del turno in Champions League, dove dominano il girone con 7 punti, potrebbe complicare la trattativa.

Un altro nome che circola da mesi a Trigoria è quello di Diadie Samassekou, maliano di 22 anni del Salisburgo, inizialmente tenuto in considerazione come alternativa a ‘Nzonzi, poi approdato in giallorosso: gli austriaci chiedono 12 milioni, ma rispetto ad Herrera il classe ’96 assicura meno esperienza.

I buoni rapporti con Mino Raiola, che in estate ha portato a Roma dall’Olanda Justin Kluivert, potrebbero favorire altre trattative sull’asse da Amsterdam: dall’Ajax, infatti, si parla un gran bene di Donny van de Beek, nazionale orange classe ’97 che può ricoprire sia il ruolo di mediano che di trequartista. La concorrenza è tanta sul 21enne e il prezzo può lievitare oltre i 25 milioni, somma che può risultare eccessiva se presa in considerazione a gennaio. 

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.