Roma, Baldissoni: “Nuovo stadio? Agosto 2020 data credibile”

Baldissoni

In casa Roma (ma anche in tante altre società), va sempre di moda il discorso relativo alla costruzione di un nuovo stadio.

Nella giornata di oggi, in occasione dell’assemblea degli azionisti, si è espresso in merito il consigliere di amministrazione del club giallorosso Mauro Baldissoni, che ha però risposto anche circa altre tematiche.
Di seguito le sue dichiarazioni, riportate da Vocegiallorossa.it: “Rispondo subito alle questioni del bilancio. Notiamo con curiosità che l’azionista Marini abbia utilizzato dei dati non corretti. Il socio Angeletti ci chiedeva una giustificazione del salario pagato a Monchi: ciò è dovuto ad un bonus di pagamento d’ingresso, ecco il pagamento per l’intero anno 2016-17. La Roma però non ha pagato la sua clausola. Non ci sono sanzione nei nostri confronti da parte dell’Uefa: stiamo parlando, ma abbiamo un solo parametro fuori. Non ci saranno altre sanzioni.

La Roma sta in una fase preliminare con la causa tra lei e la Kappa, siamo lontani dall’esito finale. L’aumento del merchandising non è dovuto dall’addio di Totti ma dall’apertura di un nuovo negozio societario. Inoltre la proprietà di Trigoria è di un’altra società ma sarà gestita dopo la scadenza del contratto (2020, ndr) da una società sorella con la massima cura. Il calcio è un business economico, la società vuole aumentare i propri ricavi, che sono cresciuti notevolmente. Anche se quest’anno sono diminuito per via della mancata partecipazione alla Champions League dello scorso anno. Siamo ottimisti e non pessimisti per il futuro, il nostro obiettivo è sempre quello di essere in positivo. Continueremo a lavorare per l’aumento dei ricavi.

Per quanto riguarda invece a quello che ha detto Staderini per il caso Rocco Berardo. Lui è un tifoso che è stato squalificato in un settore e ha chiesto il cambio di posto. Temo che questa scelta porterà a nuove sanzione e non ci siamo esposti in questa causa. Se dovessero mai arrivare altre cause noi ci difenderemo per andare a vincere. Inoltre il nostro abbonamento è estremamente più economico rispetto ai nostri rivali. Per le singole partite facciamo tante promozioni studiate ad hoc per accedere allo stadio a prezzi preferenziali. Ricordo che c’è anche il settore famiglia. Per lo stadio della Roma ricordo che è scorretto che non sono stati utilizzati 17 milioni e non saranno mai usati alcun finanziamento. Per i costi guardare ancora una volta il nostro bilancio. Per la mobilità sono stati fatti degli studi di competenza di autorità pubbliche e riteniamo che i nostri studi sono più che esaurienti. Speriamo di poter avere la prima partita nel nuovo stadio nell’agosto del 2020. I nostri studiosi ci danno questa data e credo che sia molto credibile. Credo di aver risposto a tutte le domande”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Ciao a tutti. Mi chiamo Giuseppe ed ho 21 anni. Oltre che appassionato di scrittura di articoli calcistici, sono un tifoso del Napoli sfegatato. Infine, adoro tantissimo la musica, Ed Sheeran in particolare, e suonare la chitarra!