Mario Giuffredi, procuratore di diversi giocatori di Serie A tra cui Mario Rui, ha parlato alla trasmissione di Radio CRC ‘Si Gonfia La Rete’.

Queste le sue parole riportate da iamnaples.it“Il Napoli ha fatto capire chiaramente che vuole Mario Rui, il giocatore ci ha riflettuto molto e ha deciso che la scelta migliore per lui è trasferirsi nel club di De Laurentiis, oggi abbiamo comunicato alla Roma la nostra volontà. Per la dirigenza giallorossa si è trattata di una mossa inaspettata perchè un mese fa avevamo garantito alla Roma di voler rimanere lì ma poi nel mercato ci sono delle dinamiche che possono cambiare continuamente le situazioni.

Roma e Napoli avranno dei contatti, dovrà iniziare una trattativa tra le due società. Il costo del cartellino è di circa 10 milioni, la Roma vuole di più dei sei milioni che deve pagare per esercitare il riscatto dopo il prestito oneroso, io sarò spettatore di questa trattativa. La Roma dovrà trovare un sostituto, non credo che sarà facile poichè stanno operando su altri fronti. Con le cessioni di Manolas, Paredes e Salah si stanno muovendo per altri ruoli”. 

Operazione in tempi brevi?Se passerà il 30 Giugno, l’operazione potrebbe prolungarsi. Destino scritto? La volontà del calciatore conta molto, è giusto trovare un compromesso tra le parti e Mario Rui andrà al Napoli”.

Sepe? “Ci aggiorneremo dopo che conosceremo le scelte del Napoli sul futuro di Reina, noi poi faremo dei ragionamenti e capiremo la situazione del portiere titolare”.

L’arrivo di De Laurentiis? “Credo che ci sarà un’accelerata sicuramente, andare in ritiro con Reina in questa situazione non definita non conviene a nessuno, oppure portare degli esterni sinistri che non sono sicuri di rimanere al Napoli rappresenterebbe un problema”.

Grassi? “Non verrà in ritiro. Il calciatore finirà il 30 Giugno la sua avventura agli Europei, andrà in vacanza, non si recherà a Dimaro per tre-quattro giorni e s’allenerà a Castelvolturno. Lavoreremo per trovare una squadra, siamo in sintonia con il Napoli e cercheremo di fare le cose di pari passo”.

Conti?“Un titolo? Non lo do io, ma a breve ci sarà un titolo. Fassone o Percassi potrebbero dire qualcosa a riguardo nei prossimi giorni”. 

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008