Riccardo Orsolini, storia di una rinascita tanto attesa: l’esterno del Bologna è pronto ad esplodere

Nell’estate 2017 la Nazionale italiana Under 20 guidata da Alberico Evani mostrava il suo valore nei Mondiali in Corea del Sud, e, in contemporanea, esplodeva il talento di Riccardo Orsolini. Il giocatore classe 1997 mostrò a tutti il suo valore trascinando la Nazionale alla medaglia di bronzo e diventando Scarpa d’Oro della competizione con 5 gol in 7 gare.

Paradossalmente quello fu l’apice della carriera del giocatore nato ad Ascoli Piceno e divenne anche l’inizio di un lungo periodo di declino. In due anni Orsolini è stato acquistato dalla Juventus, ceduto in prestito all’Atalanta e poi al Bologna, ma ha collezionato solo poche presenze e zero gol in due annate.

La stagione 2018/2019 è stata però la stagione del riscatto di Orsolini: l’esterno ha realizzato il primo gol in Serie A ed è stato protagonista con ben 10 reti in 37 gare stagionali. L’uomo che ha svoltato la carriera di Orsolini è sicuramente Sinisa Mihajlovic: il tecnico serbo ha creduto sin dall’arrivo sulla panchina del Bologna sul giovane calciatore e lo ha lanciato senza problemi nella mischia. Orsolini ha ripagato la fiducia ed ha trascinato il club felsineo ad una salvezza inizialmente insperata. Sinisa ora non sta affrontando un periodo facile, conosciamo tutti la storia della sua malattia, e, Orsolini, anche per rispetto e riconoscenza verso il suo attuale tecnico, ha iniziato la stagione come la scorsa ed è pronto a trascinare il Bologna ed i suoi tifosi.

Centoottantatre centimetri per 73 kg sono il peso e l’altezza del giocatore scuola Ascoli, giocatore che per molti ripercorre la carriera di talenti del calibro di Bernardeschi e Chiesa, ma che a mio parere può fare anche meglio. Orsolini rappresenta infatti l’incrocio tra questi due talenti, possiede la grinta dell’enfant prodige della Fiorentina e la tecnica e il tiro dell’esterno della Juventus. Finora non era mai riuscito appieno a mostrare le sue qualità, ma Orsolini ora è pronto a prendersi tutto: nell’ultima intervista ha dichiarato che non abbiamo visto ancora niente e sono assolutamente d’accordo. Orsolini è potenzialmente un “craquè”, giocatore con ampi margini di miglioramento e che merita sicuramente una big. In estate il Milan di Boban e Maldini ci ha pensato seriamente, ma il Bologna non ha voluto saperne: Orsolini è pronto e carico per questa nuova stagione ed è pronto a far emozionare i suoi tifosi e Sinisa, un tecnico che sin dal primo minuto ha creduto in lui ed ora lo osserva con soddisfazione dalla camera di un ospedale.

E chissà che dopo tutte le varie giovanili anche Mancini non possa farlo debuttare a breve anche con la Nazionale italiana maggiore…

CONDIVIDI
Salve a tutti, mi chiamo Mario e sono un grande appassionato di calcio. Inoltre mi interesso anche ad altri sport come tennis, basket e nuoto. Per il futuro il mio sogno è diventare un grande giornalista sportivo. Non dico la squadra del mio cuore, sta a voi indovinarla... :=)

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008