#RealArzignanoItalservicePesaro 4-3, beffa nel finale per gli uomini di Colini

Diciannovesima giornata di campionato al Pala Tezze di Arzignano, dove quest’ oggi andrà in scena #RealArzignanoItalservicePesaro. I padroni di casa vogliono i 3 punti per staccare la Lazio in ottica salvezza, gli ospiti per riavvicinarsi alla capolista Acqua & Sapone.

L’ approccio Pesarese è ottimo: Marcelinho riceve palla in area di rigore ma viene murato dall’ intervento a mano aperta di Pozzi. I veneti rispondono con Motta, bravo ad impensierire Miarelli: il numero 1 pesarese devia in corner. Al 4’ Fortini si esibisce nella sua specialità: il tiro al volo su schema da calcio d’ angolo. Il 7 biancorosso viene respinto dalla prodezza dell’ estremo difensore casalingo. Si accende Canal che serve un cioccolatino a Borruto, con il Cobra che si divora un’ occasione clamorosa a tu per tu con Pozzi. Il pressing degli uomini di Colini prosegue, fra tanti errori in zona offensiva. Borruto manca l’ appuntamento con la rete in contropiede e Fortini fa tremare il palo alla destra di Pozzi. I padroni di casa sciupano due buone occasioni con Paulinho e Motta, con Miarelli sempre sul pezzo. Al 14’ trova il vantaggio l’ Italservice, con Canal che torna a segnare a distanza di quasi due anni: azione interessante dei biancorossi, al termine della quale il numero 11 pesarese sblocca il match con un destro rasoterra che batte Pozzi sul suo palo. Pochi frangenti più tardi arriva anche la rete del raddoppio: Caputo batte rapidamente il fallo laterale all’ indirizzo di Borruto, il Cobra è abile a bruciare il portiere veneto sul secondo palo con una conclusione imprendibile. Gara chiusa? Assolutamente no. Houenou la riapre solo 60 secondi dopo con un’ autentica perla: spalle alla porta il numero 21 si gira ed insacca all’ incrocio dei pali. Un tiro imprendibile che trafigge Miarelli e non lascia spazio a repliche. Arzignano si rianima e conquista un tiro libero affidato ai piedi di Amoroso: rincorsa breve e sfera alle stelle, pari letteralmente gettato al vento.

La ripresa racconterà tutta un’ altra partita, con i padroni di casa a manovrare e Pesaro a gestire il prezioso vantaggio. Atteggiamento che non premia gli uomini di Colini, che si salveranno in prima battuta con il palo colpito da Houenou ma cadranno in seguito con il pareggio all’ 8’ di Amoroso. Il numero 9 veneto si riscatta in seguito all’ errore dal dischetto con la rete che riporta in equilibrio il match. Pesaro reagisce timidamente, prima con Canal ed in seguito con Taborda, ma senza fortuna. La buona sorte girerà solo al 17’, quando Taborda concretizza un lancio ben calibrato dalla difesa,  trovando il gol del momentaneo 3-2. Nel finale risultano decisive le mosse di mister Lopez: portiere volante e squadra totalmente in avanti. Arzignano ribalta Pesaro con Amoroso e Salamone all’ ultimo minuto, conquistando 3 punti importantissimi in chiave salvezza. Pesaro resta a bocca asciutta tra l’ amarezza generale.

REAL ARZIGNANO-ITALSERVICE PESARO

REALARZIGNANO: Pozzi, Brancher, Linhares, Motta, Amoroso, Murga, Rosa, Tres, Salamone, Zarantonello, Paulinho, Houenou, Marzotto, Lazri. All. Lopéz 

ITALSERVICEPESARO: Miarelli, Tonidandel, Fortini, Taborda, Marcelinho, Del Grosso, Caputo, Salas, Borruto, Canal, Zalli, Borea, Mateus, Gentiletti. All. Colini 

MARCATORI: Canal, Borruto, Houenou, Amoroso, Taborda, Amoroso, Salamone

ARBITRI: Angelo Galante (Ancona), Salvatore Minichini (Ercolano) CRONO: Simone Tassinato (Padova)

CONDIVIDI
Vice Direttore Radio Frequenza Rossonerazzurra, Redattore Novantesimo.Com, Ex Direttore "L' Inter Siamo Noi"