Zinedine Zidane, allenatore del Real Madrid, ha parlato quest’oggi in conferenza alla vigilia della finale di Champions League contro il Liverpool.

Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “Il nostro segreto è il lavoro. Dietro a questa terza finale consecutiva c’è tanto lavoro, ma anche tanto talento. Non è per niente facile arrivare in finale di Champions. Siamo contenti di essere a Kiev. Mi piace tanto competere per vincere, vivo tutto questo con normalità”.

Su Cristiano Ronaldo: “Lo vedo benissimo. Anche se è al 140%, va bene uguale. Lui vive per questo tipo di partite”.

Sulla partita: “Dovremo fare una grande partita se vogliamo vincere, non siamo favoriti e neanche loro lo sono. Le finali sono sempre al 50%”.

Su Klopp: “Lo rispetto tantissimo, ha grande esperienza. Ogni allenatore è diverso. Da giocatore sono stato leggermente superiore (ride, ndr), ma da allenatore Klopp ha fatto un lavoro fenomenale”.

Sulla formazione che schiererà domani: “Devo prendere delle decisioni e alcuni si devono per forza accomodare in panchina. Un giocatore può rimanerci male, ma quando inizia la partita sta con la squadra e può aiutare a gara in corso”.

Se si sente apprezzato: “A volte sì, altre volte no. Così è la vita. Io do sempre tutto, non possiamo controllare cosa pensa la gente. Quando scegli è il momento più difficile per un allenatore. I giocatori lo sanno, ma questa è la mia responsabilità”.

Su come vincere la gara: “Dovremo soffrire il meno possibile senza palla”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008