Real Madrid, Varane: “Voglio sempre migliorarmi, domani sarà durissima”

Ha parlato Raphael Varane nella conferenza della vigilia alla sfida di Champions League, contro la Juventus, valida per il ritorno dei quarti di finale.

Su di se –Dal mio arrivo qua sono cambiato tanto, nel gioco e ho più esperienza. Voglio migliorarmi, credo di essere sempre più completo ma voglio sempre crescere. Voglio imparare dai miei compagni, gara dopo gara e anche dagli errori“.

Sull’infortunio patito –Adesso sto bene, è stata una lesione che mi ha impedito di lavorare per stare meglio. Ora ho un equilibrio e mi conosco meglio, so cosa fare per stare bene. Ho l’esperienza per conoscere limiti e condizioni, so come allenarmi e cosa fare per stare bene“.

Su Higuain –È’ un grande giocatore, costringe i difensori a star sempre attenti. Crea sempre pericoli, è potente e cerca sempre il gol. È’ un pericolo costante e come persona ho un bel ricordo di lui: ha sempre avuto grinta e carica, gli piace giocare e segnare. È’ un grande giocatore, lo ribadisco“.

Sulla gara di domani –Sappiamo che nel calcio può succedere di tutti, loro cercheranno di fare di tutto fino alla fine. Non giocheremo per lo 0-0, giocheremo il nostro calcio, vogliamo vincere. Sarà una partita delicata, senza dubbio, ma non fa parte del nostro dna giocare per lo 0-0“.

Sull’assenza di Dybala –È’ un giocatore importante per la Juventus ma hanno giocatori adatti a giocare a questo livello. Hanno una rosa ampia, completa, chiunque giochi sarà a livello. Ci aspettiamo una Juve d’attacco e sarà difficile“.

Su Casemiro o Vallejo – Non so se giocherò con l’uno o con l’altro, dovete chiederlo a Zidane ma non so se vi risponderà…

Su Cristiano Ronaldo – “Si nota la sua assenza quando non c’è ma chi gioca al suo posto lo sostituisce al meglio, abbiamo una rosa completa e competitiva. Sappiamo quello che ci dà ma la nostra è una rosa completa“.

Sulla terza Champions –Ci crediamo, ci pensiamo ma è una competizione sempre difficile. Vedremo l’evoluzione di questa competizione, la qualità delle formazioni è sempre più alta e non è mai facile“.

Su Casemiro come compagno di reparto –Se dovesse giocare lui dietro, posso dire di conoscerlo bene. Abitualmente è un centrocampista ma a volte gioca anche dietro, so come difende e come gioca. Conosco lui e gli altri compagni di reparto, conoscersi e comunicare è importante per avere buoni movimenti l’uno con l’altro ma nel Real Madrid possiamo giocare queste partite di livello a prescindere da chi giocherà“.

Su Buffon –È’ una leggenda del calcio e una grande persona. L’ho sempre visto con grande rispetto, non so se si ritirerà dopo questa Champions però è un onore affrontare giocatori di questo livello, contro personalità come la sua“.

Su Vallejo –Jesus è un buon giocatore, non ha esperienza in Champions ma ha qualità. L’ho visto in allenamento e l’ho visto bene. Non so se giocherà ma ha la fiducia di tutti noi, è un ragazzo attento, concentrato e a questo livello è importante farlo. È’ giovane ma il gruppo ha fiducia in lui e se dovesse giocare, sono certo che lo farà bene“.

Sulla personalità di Varane –Voglio trasmettere valori ai più giovani, non parlo molto ma cerco di farmi sentire. Chi ha più esperienza deve tranquillizzare gli altri, tutti in questo gruppo remano dalla stessa parte: siamo abituati ai grandi livelli e nei momenti chiave è importante che intervengano quelli che tengono gli equilibri. Io voglio essere un appoggio per gli altri, voglio che sappiano che c’è l’hanno e c’è l’avranno sempre“.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.