Real Madrid, l’addio di Zidane potrebbe portare alla permanenza di Ronaldo: il perché

Ha sicuramente generato stupore, e anche delusione, la notizia dell’addio di Zinedine Zidane al Real Madrid, club nel quale il francese ha ricoperto il ruolo di allenatore negli ultimi 3 anni ed è riuscito a conquistare 3 Champions League e la vittoria di un campionato spagnolo, oltre che altre coppe nazionali ed europee.

Il francese ha, dunque, operato in modo diligente e professionale, oltre che impeccabile, sulla panchina dei blancos e questa sua decisione di dimettersi dal ruolo di tecnico della stessa squadra ha sorpreso tutti, specie dopo la conquista della tredicesima Champions.

Il calciatore più rappresentativo della squadra madrilena, ovvero Cristiano Ronaldo, è venuto a sapere della notizia a Marbella, dove si trova attualmente in vacanza prima dei Mondiali in Russia da disputare con il suo Portogallo.

Stando a quanto reso noto da Marca, CR7 sarebbe rimasto addirittura “disgustato” e molto dispiaciuto, siccome vedeva in Zidane una figura di riferimento, sia per quanto fatto da calciatore che da allenatore.

L’addio di Zizou, però, potrebbe paradossalmente portare alla permanenza dell’asso lusitano, siccome, dopo una perdita tanto importante, il patron spagnolo Florentino Perez non può permettersi di perdere anche lo stesso Ronaldo, andando a danneggiare in modo critico la squadra.

L’imprenditore, dunque, farà di tutto per non perdere il numero 7, dal quale bisognerà ripartire con un nuovo progetto elaborato insieme ad un nuovo allenatore.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008