Real Madrid, Ceballos: “Con Zidane sarei partito”

ceballos
Dani Ceballos

La rivoluzione estiva in casa Real Madrid con i due addii pesantissimi di Cristiano Ronaldo e Zinedine Zidane non ha afflitto tutta la rosa.

Il giovane talento iberico Dani Ceballos ha parlato del suo rapporto con l’ex tecnico dei blancos ad alcuni media spagnoli. Queste le sue parole:

“Lopetegui è il miglior allenatore che potremmo avere in questo momento. Sta cercando di imporre il suo gioco che è composto da lunghi possessi e verticalizzazioni improvvise. Zidane non mi ha dato possibilità di mettermi in mostra. Ho sempre cercato di metterlo in difficoltà nelle scelte ma a un certo punto ho capito che era tutto inutile. Ho segnato due volte contro il Vitoria e dopo contro il Borussia Dortmund sono entrato in campo per un minuto. A gennaio ho assunto un personal trainer per farmi trovare pronto nella preparazione estiva, anche se, nel caso in cui fosse rimasto Zidane avrei cercato altre soluzioni. Se ho parlato con Zidane? Sì e mi ha detto che mi preferiva altri giocatori, ma quando si sono infortunati Kroos e Modric, ha cambiato modulo pur di non farmi giocare. E’ frustrante. Il mio obiettivo è sempre stato quello di farmi valere nel Real Madrid, e ora con Lopetegui penso di averne la possibilità. L’addio di Ronaldo e le parole sullo spogliatoio della Juventus? Siamo sempre stati una famiglia, anche l’anno scorso. Non so se le sue parole fossero rivolte al Real. In questo club ci sono sempre stati grandi giocatori, penso a Ronaldo il Fenomeno e Kakà, ma nonostante gli addii le cose sono hanno sempre funzionato alla grande. Sono arrivate altre stelle e anche se non avremo più i suoi 40 gol, ci sono altri giocatori che li potranno fare al suo posto”.

CONDIVIDI