Alla vigilia della gara contro l’Udinese, il tecnico rossoblù Massimo Rastelli ha incontrato la stampa. Ecco le sue dichiarazioni:

L’Udinese ha molta fisicità e sara una gara difficile. Mi aspetto che i ragazzi ripetano la prestazione di domenica e continuiano a mostrare tutte le cose buone che abbiamo provato in questi mesi. La qualità degli allenamenti sta salendo e stanno tutti bene.

La prestazione è al primo posto perché è la conseguenza di ciò che facciamo in settimana ed il risultato sara un’ulteriore conseguenza.

L’assenza di Ionita? Non cambierà molto, dovrò solo sostituirlo con qualcuno che possa fare bene. Posso usare Barella, Padoin, Faragò e Deiola. Non mi va di cambiare molto ed è giusto dare continuità a che ha fatto bene.

Salamon ha fatto una bella gara e Pisacane sta facendo un ottimo campionato. Domani sarà dura decidere, ma se la squadra sta bene anche i ragazzi giocano bene.

Il modulo è relativo perché cambia in corso d’opera. Secondo me lo spirito di sacrificio e come si gioca sono le cose fondamentali. Io devo sfruttare al meglio le caratteristiche dei miei giocatori, poi se uno gioca cinque metri più avanti o indietro cambia poco.

Farias? Gli altri stanno meglio e per me è difficile rinunciare a Sau, Borriello o João dall’inizio.

Sau non ha sbagliato un solo allenamento in questi mesi e lui si è sempre fatto in quattro e ha sudato la maglia. Marco è un ragazzo dalle doti umane e tecniche importanti. Questo gol è il premio e spero ne possa fare ancora tanti da qui alla fine.

L’Udinese ha uomini molto fisici e grandi ma questo non influisce sulla scelta dei giocatori che schiererò.

DelNeri? È un grande allenatore che negli ultimi tempi ha fatto fatica a trovare una squadra di A. Tecnici giovani come me hanno studiato allenatori come lui perché ha dato tanto al calcio e ha fatto scuola. Con lui l’Udinese è cresciuta tanto e, dopo essere arrivato, ha gestito tante situazioni particolari perché quella squadra non l’ha costruita lui. Avendo dovuto cambiare in corsa l’Udinese ha subito un po’ in classifica ma ha uno degli organici più forti dopo le big.

Il mio futuro? Adesso penso all’Udinese (come avversaria, non come squadra per l’anno prossimo). Per pensare al rinnovo c’è tempo ma io ora voglio solo pensare a far salire questa squadra in più possibile da qui alla fine. Certo che gli apprezzamenti fanno piacere. Mi piacerebbe ci fossero anche a Cagliari.

Ionita? È un giocatore fondamentale, nonostante non sia ancora al top. In sua assenza la squadra è stata brava, per fortuna ci manca solo per una giornata.

22 i convocati

Portieri: 26 Crosta, 28 Gabriel, 1 Rafael

Difensori: 2 Bruno Alves, 24 Capuano, 3 Isla, 12 Miangue, 29 Murru, 19 Pisacane, 35 Salamon

Centrocampisti: 18 Barella, 33 Biancu, 30 Deiola, 8 Di Gennaro, 16 Faragò, 10 Joao Pedro, 20 Padoin, 77 Tachtsidis

Attaccanti: 22 Borriello, 17 Farias, 32 Han, 25 Sau

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008