Consueta conferenza stampa della vigilia per Massimo Rastelli in vista della difficile trasferta contro il Napoli. Ecco le dichiarazioni del tecnico rossoblù:

Domani sara una giornata bella, avremo davanti uno stadio pieno perché il Napoli ha ancora un obiettivo. Abbiamo preparato questa settimana al meglio e vogliamo onorare queste ultime giornate. Aver già raggiunto la salvezza non vuol dire staccare la spina.

Abbiamo recuperato Isla e Salamon, che ha saltato le prime due sessioni di allenamento. Per me sarà la prima volta al san Paolo da allenatore e per me è una gara particolare. Ma quando l’arbitro fischierà penserò solo al Cagliari.

All’andata abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità e dopo il primo gol siamo crollati, come ci è successo spesso. Domani non dovrà succedere, dobbiamo rimanere in partita perché abbiamo le qualità di impensierire anche una squadra come il Napoli.

Nel ritorno abbiamo cambiato modulo in base all’avversario e al tipo di gara che volevamo fare. Sappiamo di affrontare una squadra forte ma dovremo adottare degli accorgimenti per limitarli. Domani sarà fondamentale la voglia di fare bene, i moduli servono ma non sono tutto.

Ogni squadra si merita i punti che ha e il Napoli, sotto l’aspetto del gioco, è tra le squadre migliori al mondo. Se ha ancora punti di distacco da Juve e Roma è perché, evidentemente, ha delle cose che deve migliorare. Ma quelle cose le sa Sarri.

Sarò ripetitivo ma noi siamo motivati a giocare ogni gara per vincere. Poi, a fine partita, vedremo se siano stati bravi o meno. Ma ricordiamoci che davanti abbiamo anche un avversario, noi però daremo tutto. Affronteremo Napoli e Milan, il Sassuolo vogliano tenerlo dietro e l’Empoli è assolutamente alla nostra portata e sarà una gara da vincere.

Domani ci saranno delle situazioni tattiche in cui dovremo essere bravi. Dovremo avere intensità e coprire bene gli spazi. Anche se andiamo sotto dobbiamo essere bravi a rimanere in partita perché basta un episodio per riaprirla.

Tachtsidis non aveva giocato la sua migliore gara all’andata, è vero. Ma è anche vero che tutta la squadra è andata sotto, c’è stata una grande fragilità mentale.

 21 i convocati 

Portieri: Crosta, Gabriel e Rafael

Difensori: Bruno Alves, Capuano, Isla, Murru, Pisacane, Salamon

Centrocampisti: Barella, Deiola, Di Gennaro, Faragò, Ionita, Joao Pedro, Padoin, Tachtsidis

Attaccanti: Borriello, Farias, Han, Sau

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008