(ANSA) – LONDRA, 11 APR – Scagiona i suoi giocatori, non i dirigenti e il nuovo tecnico del Leicester: per la prima volta dal suo esonero Claudio Ranieri tornare a parlare davanti alle telecamere inglesi per raccontare lo shock vissuto a causa dell’improvviso licenziamento. Ranieri ha escluso che ci sia stata una cospirazione dello spogliatoio contro di lui. “Non posso credere che i giocatori non abbiamo dato tutto, c’erano altri problemi. L’anno prima guadagnavano di meno, quest’anno tutti avevano raddoppiato o triplicato l’ingaggio”.
Evita di fare i nomi, ma Ranieri ha idea di chi piuttosto lo abbia tradito. “Ho sentito molte storie, forse è stato qualcuno dietro di me. Ho avuto questi stessi problemi anche l’anno scorso ma abbiamo vinto il titolo. Forse queste stesse persone, approfittando delle nostre sconfitte, quest’anno hanno insistito di più. Ma non dirò a chi mi riferisco, sono una persona seria e leale. Quello che dovevo dire l’ho detto in faccia agli interessati”.

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008