#PSGNapoli, Ancelotti: “Rammaricato per i mancati tre punti. Nel primo tempo dovevamo finalizzare”

Una prestazione brillante quella del Napoli al Parco dei Principi. Il Paris Saint-Germain fatica maledettamente contro gli azzurri di Carlo Ancelotti, vicini a portare a casa un successo clamoroso. Il tecnico, proprio ex dei parigini, al termine del match è intervenuto ai microfoni di Sky: “C’è soddisfazione per la partita, avevamo quasi vinto, ma c’è anche il rammarico per non aver portato a casa i tre punti. Non possiamo rimproverarci nulla. Loro hanno così tanta qualità che Di Maria può inventarsi un tiro all’incrocio dei pali. Non macchia la nostra prova. La gara del ritorno sarà decisiva per il passaggio del turno, abbiamo la possibilità di giocarla in casa e questo gioca a nostro favore”.

Su questo misto tra 4-4-2 e 3-5-2: “Dipende dal sistema che adottano gli avversari. Nel primo tempo Mario Rui aveva molta libertà e abbiamo scelto di attaccare sulla sinistra, nella ripresa abbiamo aperto di più Maksimovic perché le cose sono cambiate. Tra l’altro Maksimovic ha fatto una gran prestazione”.

Speri che al ritorno Tuchel si presenti con la stessa formazione? “Il PSG è una squadra che con quei tre attaccanti di quel genere lì non hanno grande equilibrio, ma è impossibile pensare di far stare qualcuno fuori. Può darsi che la prossima gara si ripresenti col sistema di gioco del secondo tempo e la difesa a tre, che è andata meglio. Noi siamo riusciti ad avere un buon controllo della partita stasera, anche nella ripresa”.

Sulla qualità in mezzo al campo: “Avevamo superiorità e questo ci ha facilitato il fraseggio. Certamente anche l’aiuto degli attaccanti, che a turno rientravano, ci ha permesso di avere un buon controllo. Se dai al PSG la possibilità di fare contropiede… In quel caso l’equilibrio dato da Allan e Hamsik è stato importante”.

Sulle occasioni sprecate: “Soprattutto il primo tempo si poteva finalizzare meglio, invece siamo stati un po’ leziosi”.

Di Maria, il suo pupillo, è stato un core ‘ngrato. Son talmente tanto grato a Di Maria per quello che ha fatto che… Certo, se tirava fuori era meglio (ride, ndr)”.

Che emozione è stata tornare a Parigi? “Ho passato un bel periodo qua, ho rincontrato tanti calciatori. E’ stato un piacere. Ora li aspettiamo a Napoli”.

La prossima gara potrebbe giocare un altro portiere (Buffon, ndr): “Il portiere che dovrebbe giocare l’ho visto oggi e mi è parso in forma”.



CONDIVIDI
Ho 21 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it