PSG, Weah jr: “Non sento pressione, ricevo consigli da mio padre ma gioco come so fare”

Weah 2

L’attaccante del PSG Timothy Weah, figlio di George, sta disputando un buon precampionato nell’International Champions Cup ma, indipendentemente dalle prestazioni di questi giorni, il suo nome è inevitabilmente destinato all’accostamento con il padre. I paragoni, però, non sembrerebbero destabilizzare il giovane attaccante.

Ma il mio cognome è sulla schiena e io non lo vedo quando gioco, possono farlo solo i tifosi. Quindi non c’è pressione per me, penso solo a giocare come so fare. Sì, è vero, guardo i video dei gol di papà e ricevo molti consigli da lui, ma quello che faccio vedere in campo è frutto del mio lavoro”, le sue parole riportate da La Gazzetta dello Sport.

Weah avrà come compagni di squadra Cavani, Mbappé e Neymar: “Guardo questi giocatori costantemente, cerco di trarre insegnamenti per diventare più sicuro e più forte”. Giovane, anzi giovanissimo (classe 2000), sicuramente avrà qualche responsabilità, forse anche un po’ di più, ma Timothy potrà contare su tante persone che potranno aiutarlo nella sua formazione.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo