PSG, Tuchel: “Napoli outsider, sarà una grande sfida”

tuchel

Thomas Tuchel, allenatore del PSG, ha parlato nella conferenza stampa di rito alla vigilia della grande gara di domani contro il Napoli presso lo stadio San Paolo. Ecco ciò che è stato raccolta da Tuttomercatoweb:

Perché vi siete allenati a Parigi e non a Napoli? “Perché abbiamo giocato venerdì, domenica era giorno libero e non volevo lasciarli troppo tempo senza giocare”.

Xavi ha elogiato Mbappè, ma dicendo che ancora deve maturare. “E’ normale, ha 19 anni, deve migliorare ma è già tra i migliori giocatori”.

Ha scelto Draxler o Rabiot? Cavani come sta? “Non posso dirlo, siamo a lunedì pomeriggio, non so chi giocherà. Cavani è con noi, s’è allenato, poi decideremo”.

Quali sono i punti forti del Napoli da temere? “E’ una squadra forte, gioca insieme da tanto tempo, ha automatismi e qualità con disciplina in difesa. Sarà una grande sfida, ma vogliamo vincere, questo è il secondo tempo dopo il 2-2 del primo. Usciamo da due belle gare con Marsiglia e Lille”.

Il PSG è favorito, la gara dell’andata ha accentuato i vostri timori o le speranze? “Dite sempre che siamo favoriti, il Napoli è piccolo, l’outsider, ma noi sappiamo che è una grande sfida, il 2-2 dell’andata è meritato, potevamo fare meglio ma per 30′ non siamo stati al nostro livello”.

Potendo scegliere un giocatore, chi toglierebbe al Napoli? “Non posso rispondere, non posso fare nomi di giocatori alla vigilia di una gara di Champions”.

Quanto guadagna la sua difesa con Buffon e Thiago Silva? Come ha visto Verratti dopo quanto accaduto in settimana? “Marco ha fatto un errore, sono cose che succedono, ma ha fatto una grande gara col Lille, non è una cosa professionale, ma è giovane e ci mettiamo tutti alle spalle. Gigi e Thiago ci aiutano, Gigi conosce già lo stadio e l’atmosfera e ci sarà di grande aiuto nello spogliatoio, Thiago è il nostro capitano ed è importante”.

Ancelotti ha detto che per andare lontano in Champions serve esperienza, perciò giocherà Buffon? “Abbiamo fiducia anche in Areola, ma torna dalla squalifica e Gigi merita di giocare in Italia contro una squadra che conosce. Sono orgoglioso di avere entrambi i portieri che si rispettano molto ed è molto bello”.

Domani serve vincere, può essere una motivazione per giocare con 4 attaccanti?Sì, è una possibilità, ma anche una difficoltà, sceglieremo tra oggi e domani. In ogni caso saremo offensivi”.

CONDIVIDI