Il procuratore Mino Raiola ha commentato a Gazzetta.it i principali colpi della sessione estiva del calciomercato, concentrandosi su quelli di Neymar Kylian Mbappè, approdati al Paris Saint-Germain:

“Già il Barcellona pagò Neymar tantissimo, con 150-160 milioni nelle casse del Santos. Tra il valore del cartellino e le varie commissioni arrivarono a tanto. Quindi logico che gli spagnoli abbiano fissato una clausola da più di 220 milioni di euro. Seconda cosa, molto importante: Neymar non è stato pagato dal PSG, ma da un Paese intero dove un emiro ha deciso di fare un regalo al proprio popolo. Ricordate Maradona al Napoli e tutto quello che accadde successivamente? Fu una gioia incredibile per un acquisto storico che definirei mondiale. Ed è proprio quello che è successo oggi con il Qatar, che non sta passando un momento semplicissimo: con Neymar l’emiro ha fatto una cosa geniale, geniale, veramente geniale.

Troppi per Mbappè? Neanche, certe cifre possono anche starci. Parliamo di un giocatore giovanissimo, ma già molto forte. Non sono invece d’accordo sul prezzo di Dembélé: lo definirei un colpo dettato dal panico, lui sì, è stato pagato tantissimo. Direi troppo”.

CONDIVIDI