Forse, quest’estate, quasi nessuno si era accorto che Kylian Mbappé fosse passato dal Monaco al Paris Saint Germain. Forse perchè ancora il calcio europeo non era pronto, o forse perchè nella stessa estate e nella stessa squadra è avvenuto un trasferimento che il calcio europeo lo ha scosso fino alle fondamenta portando Neymar da Barcellona a Parigi per 300 Milioni di Euro.

Eppure anche per Mbappè sono state fatte spese folli, in realtà non ancora visto che il francese è arrivato al Parco Dei Principi con la formula del prestito con opzione di riscatto fissato a 190 Milioni, ma visto il suo rendimento fino ad ora saranno presto spesi.

Intervistato da Marca, ha parlato della sua scelta e della squadra con la quale sta dominando in Francia e non solo.

Sulla sua scelta – “Ho voluto il Psg perché è la squadra della mia città“.

Su CR7 –È stato bello conoscerlo quando ho visitato Valdebebas. Ma io sono una persona competitiva al quale piace vincere. Da un giocatore che ha vinto cinque palloni d’oro c’è solo da imparare“.

Su Neymar –Per me è allo stesso livello di Cristiano Ronaldo. Le persone vedono una persona diversa in campo, si pensa che sia egoista, ma quando condividi lo spogliatoio con lui ti rendi conto che non è così. È una persona gentile, premurosa con gli altri e che gioca prima per la squadra. È un giocatore che può farci vincere dei titoli e dobbiamo approfittarne”.

Su Zidane –È un idolo della mia infanzia, tutta la Francia amava Zidane. Quello che sta facendo al Real Madrid da quando è allenatore è incredibile, perché sappiamo che non è un club facile, è riuscito a guadagnarsi il rispetto di tutti”.

 

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.