PSG, Neymar: “Non ho ancora imparato a combattere le mie frustrazioni”

Neymar JR, fuoriclasse del PSG, quest’oggi ha pubblicato sul suo profilo Twitter un video dove “si racconta” ai suoi fan e – soprattutto – a chi lo critica per i suoi comportamenti in campo.

Queste le sue parole riportate da SportMediaset: “A volte esagero perché sono frustrato. Quando sembro maleducato non è perché sono un bambino viziato,ma perché non ho ancora imparato a combattere le mie frustrazioni.

Tacchetti sugli stinchi. Calcio alla schiena. Pestone al piede. Potreste pensare che io esageri e a volte è così. Ma la verità è che in campo io soffro. E voi non avete idea di cosa io viva al di fuori. Quando me ne vado senza parlare con i giornalisti non è perchè mi piace solamente vincere, ma perchè non ho ancora imparato come non deludervi.

Quando sembro maleducato non è perchè sono un bambino viziato, ma perchè non ho ancora imparato a combattere le mie frustrazioni. C’è ancora un ragazzo dentro di me. A volte incanta il mondo, altre fa arrabbiare tutti. E io lotto per tenere questo ragazzo vivo, ma dentro di me, non in campo.

Potreste pensare che io cada troppo spesso, ma la verità è che cado a pezzi. E questo fa male molto di più di qualcuno che ti cammina sulla caviglia operata. Mi ci è voluto tempo per accettare le vostre critiche. Mi ci è voluto tempo per guardarmi allo specchio e diventare un uomo nuovo.

Ma eccomi qui, a cuore aperto. Sono caduto, ma solo chi cade può rialzarsi. Potete continuare a scagliare pietre contro di me o potete tenere le pietre lontane e aiutarmi a rialzarmi. Perché quando mi rialzo, tutto il paese si rialza con me”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni '60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.