E’ terminata poco fa la conferenza stampa di presentazione di Neymar Jr. al Paris Saint-Germain, club francese che ha acquistato il cartellino del brasiliano dal Barcellona per cifre esorbitanti che possono sicuramente essere considerate da record.

Il 25enne, affiancato dal presidente Nasser Al-Khelaifi, ha risposto alle domande dei giornalisti presenti in sala, rilasciando dichiarazioni riguardanti questo suo trasferimento, gli obiettivi che vuole raggiungere con la maglia dei parigini, dei compagni con i quali giocherà e tanti altri argomenti.

Ecco le parole di Neymar, riportate anche da Tuttomercatoweb.com:

Neymar, sul dualismo con Messi: “Non ha influito sulla mia decisione. Messi è il più forte di tutti, sono andato a Barcellona proprio per giocare insieme a lui. E’ uno dei miei idoli. Lo ringrazio tanto, mi ha aiutato moltissimo. Oggi sono felice al PSG e spero di aiutare i miei compagni nel miglior modo possibile”.

Neymar, sul livello della Ligue 1: “Ho parlato con tanti giocatori del campionato francese. Mi sono documentato e non è facile giocare qui. Il PSG è un grandissimo club, ma deve continuare a vincere e diventare il migliore del mondo”.

Neymar, sui brasiliani del PSG: “E’ vero, ci sono tanti brasiliani al PSG. Spero di fare la storia qui anche per il mio Paese”.

Neymar, sulle tante responsabilità: “Sono ansioso di conoscere i compagni e di giocare, ma anche di conoscere la città. Mi hanno accolto tutti benissimo, questa da oggi sarà casa mia. Sto vivendo un nuovo sogno”.

Neymar, sui suoi obiettivi: “Sono qui per fare la storia. Il più grande obiettivo è vincere la Champions, ma noi vogliamo vincere tutto”.

Neymar, sui suoi idoli: “E’ vero che sono andato a Barcellona anche per giocare con Messi, era il mio sogno. Ora sono qui per il livello del club e per tutti i calciatori della rosa, a partire da Verratti. Ringrazio Pastore per avermi dato la maglia numero 10”.

Neymar, sul suo tradimento in stile Figo: “Non penso di aver sbagliato. Non ho mai mancato di rispetto ai tifosi del Barcellona. Credo che ogni giocatore abbia il diritto di rimanere o andare via da una squadra. Non siamo robot e dobbiamo fare ciò che più ci aggrada. Era il momento di partire e ne avevo ogni diritto”.

Neymar, sulle pressioni degli ultimi giorni: “E’ stata la decisione più difficile della mia vita venire al PSG. C’è stata grande pressione su di me. Ho avvertito per primo l’allenatore del Barcellona, era giusto dirlo a lui prima che a chiunque altro. Sono davvero contento di aver fatto quello che ho fatto”.

Neymar, sul tanto discusso tweet di Piqué: “E’ stato un momento di divertimento. Avevamo un giorno libero e siamo andati a pranzo insieme. Stavamo scherzando e lui ha postato quella foto. Gli ho chiesto di non metterla perché ancora non sapevo cosa sarebbe successo, ma Piqué è un grande amico, rispetto quello che ho fatto e spero che sia felice. Gli auguro il meglio”.

Neymar, sui gol contro il PSG: “Ho segnato quasi sempre contro il PSG. Adesso sono arrivato in una squadra di grande qualità, sono entusiasta di poter dare il mio contributo. Io voglio giocare coi migliori e penso di essere tra i migliori”.

Neymar, su Emery e sul ruolo: “Non ho ancora parlato col tecnico. Non conta dove mi metterà in campo, l’importante per me è giocare”.

Neymar, sulle sue condizioni fisiche: “Mi sono fermato solamente due giorni per questa trattativa, col Barcellona mi sono allenato bene e sono a disposizione del nuovo tecnico. Giocare è quello che più mi piace, perché non farlo già domani?”.

Neymar, ancora sul PSG: “Sono felice di onorare la maglia del PSG e di rappresentare il mio Paese in giro per il mondo”.

Neymar, sul fatto di essere il più caro della storia: “Non sento pressione per questo. Non è colpa mia e non è cambiato niente. Peso sempre 69 kg (ride, ndr)”

Neymar, sull’interesse di club di Premier League: “Ho seguito il mio cuore, a prescindere dai soldi. Ho pensato prima di tutto alla felicità mia e della mia famiglia. Ringrazio il PSG per aver creduto in me”.

Neymar manda un messaggio al Barcellona: “Non mi posso lamentare di niente, sono stato felice al Barcellona. Ho vinto tanto e segnato parecchi gol, purtroppo non tutti saranno contenti della mia decisione, ma ci tengo a salutare i miei ex tifosi. Li ringrazio tutti”.

Neymar, sul possibile debutto con l’Amiens: “Voglio giocare subito e sono a disposizione del mister. Il calcio è quello che amo, sono pronto”.

Neymar, sui nuovi compagni: “Tanti calciatori del PSG sono miei amici, ho già parlato con loro e sono convinto che mi inserirò bene”.

Neymar, su come lo ha convinto il PSG: “E’ stata una decisione difficilissima, una delle più difficili della mia vita. A Barcellona stavo bene, ho tanti amici nel club, giocatori fantastici. Ho riflettuto a lungo, il calcio e la vita passano molto veloci. Ringrazio i miei ex compagni per l’amore che mi hanno dato, per come mi hanno accolto al mio arrivo dal Brasile. Non dico che non c’erano obiettivi al Barcellona, ma gli obiettivi adesso sono cambiati”.

Neymar, sulle sue prime sensazioni al PSG: “Sono davvero eccitato di essere qui. Dio ha voluto questo per il mio futuro e ho una voglia matta di cominciare questa nuova avventura. E’ stata dura, ma sono felicissimo”.

Neymar, sull’addio al Barcellona: “L’idea di essere un numero due al Barcellona non mi ha influenzato. Parigi è una nuova sfida per me. Cercavo qualcosa di diverso non perché in blaugrana stessi male. Non sono venuto qui per maggiore protagonismo, sono venuto per vincere titoli. Il PSG se li merita ed è per questo che sono qui”.

Tocca a Neymar presentarsi: “Non ho parole per descrivere la mia emozione, non vedo l’ora di iniziare ad allenarmi coi miei nuovi compagni. Voglio vincere tanti trofei”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008