Protagonista di un’intervista rilasciata ai microfoni del Telegraph, il presidente del Paris Saint-Germain Nasser Al-Khelaifi ha parlato del progetto che si è sviluppato negli ultimi 6 anni, rendendo noti dettagli per quanto riguarda la crescita economica, il budget a disposizione e tutte le intenzioni che la dirigenza ha per il futuro.

L’imprenditore qatariota ha tranquillizzato tutti assicurando che entro un anno la società rientrerà nelle norme del Fair Play Finanziario ed ha lanciato un appello, oltre che una frecciatina, a tutti gli altri club di top level in ambito europeo, dicendo di preoccuparsi dei propri problemi visto che i parigini penseranno alla costruzione del progetto ed alla risoluzione dei loro problemi. Successivamente, il plurimiliardario ha parlato dell’acquisto di Neymar e degli introiti entrati grazie al suo arrivo all’ombra della Tour Eiffel, dicendo che il brasiliano rappresenta un vero e proprio brand internazionale.

Ecco le parole di Al-Khelaifi, riportate anche da Tuttomercatoweb.com:
“Abbiamo lavorato duramente negli ultimi 6 anni per riorganizzare i ricavi del club attraverso biglietti, sponsor, merchandising e diritti tv. Siamo passati da 90 a 500 milioni e nelle prossime due stagioni contiamo di crescere di un altro 20-40%. Abbiamo un anno per rientrare nei parametri del Fair Play Finanziario, cioè fino al giugno del 2018. Quindi dico a tutti: relax e pensate al vostro progetto, che noi pensiamo a costruire il nostro. C’è un’influenza da parte di altri club affinché la UEFA controlli i nostri conti, ma non credo che questa si faccia influenzare. Abbiamo rispettato le regole e i regolamenti. Sono convinto che in 2-3 anni tutti diranno: ‘guardate il PSG, ha fatto un ottimo lavoro’. Neymar? Ho parlato con un giornalista di Globoesporte, mi ha detto che 85 milioni di brasiliani hanno visto la presentazione di Neymar. Oggi abbiamo un problema da risolvere: non abbiamo abbastanza magliette da vendere in rapporto alle richieste. Neymar è un brand internazionale, la prima gara col Guingamp è stata trasmessa in 185 paesi nel mondo. Mbappé? Tanti altri club gli offrivano molto più di noi. Ogni top club lo voleva. Noi gli abbiamo spiegato il progetto e lui è un parigino”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008