Piatek & co.: le 5 migliori sorprese dell’avvio di Serie A

Ogni stagione di Serie A ci regala storie meravigliose di giocatori semisconosciuti diventare vere e proprie star. Anche questa stagione è iniziata con un debutto shock come quello di Piatek, che con 12 gol nelle prime 7 gare ufficiali in Serie A, ma andiamo a vedere i 5 giocatori che ci hanno maggiormente colpito in queste prime giornate:

1. Christian Kouame (Genoa): il partner di Piatek è il primo nome di questa lista. Veloce, intelligente e soprattutto fondamentale per creare spazi al polacco, l’ex attaccante del Cittadella si sta facendo notare nel Genoa come prezioso assist-man. La sua velocità inoltre si sta rivelando pericolosa contro squadre molto chiuse, vedasi domenica contro il Frosinone, ed è un’arma importante a disposizione di Ballardini.

2. Nikola Milenkovic (Fiorentina): ad inizio stagione i tifosi viola avevano storto il naso all’idea di doversi ritrovare con Milenkovic come titolare a destra, ma sono bastate 7 gare per far ricredere l’ambiente. Questo terzino atipico, nonostante non disdegni le sortita offensive, garantisce equilibrio ad una squadra giovane ed offensiva come quella di Pioli. È già seguito dai top club europei e probabilmente l’estate prossima lo vedremo spiccare il volo.

3. Rogerio (Sassuolo): in un calcio offensivo e rapido come quello di De Zerbi, Rogerio si sta rivelando un perfetto esterno a tutta fascia, capace di garantire qualità in avanti e copertura dietro. Classe 98′ è ancora di proprietà Juve, che dopo l’esperienza al Sassuolo crede di poter ricavare l’erede di Alex Sandro. Le potenzialità ci sono, bisogna vedere se manterrà il rendimento.

4. Joachim Andersen (Sampdoria): non era facile imporsi nei blucerchiati, ma il danese Andersen si è riuscito a prendere il posto da titolare, nonostante sia il più giovane a disposizione di Giampaolo. Per caratteristiche fisiche e tecniche potremmo accostarlo a Skriniar e se riuscisse a confermare le prestazioni non sarebbe una sorpresa vederlo seguire le orme dello slovacco.

5. Darijo Srna (Cagliari): il suo nome non dovrebbe essere di certo una sorpresa, ma in molti erano scettici al suo arrivo in Italia, vista l’età avanzata per il ruolo e soprattutto la squalifica per doping che lo ha tenuto lontano dal campo. Il croato ha risposto sul campo, dimostrandosi sempre tra i più positivi del suo Cagliari ed è dal suo piede che passano quasi tutte le giocate offensive. Rinato.

CONDIVIDI