#PescaraPalermo, Sebastiani: “Contestazione a Zeman? Da oggi non sono più solo. La squadra crescerà”

Il presidente del Pescara Daniele Sebastiani ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della sfida contro il Palermo: “Oggi il primo gol è stato un rimpallo negativo, mentre in occasione del secondo non si può prendere un gol da rinvio del portiere quando siamo tutti piazzati. Sicuramente c’è da mettere più attenzione in campo ma la squadra crescerà perché ci sono tanti giovani di qualità”.

Il numero uno dei biancoazzurri ha proseguito parlando della contestazione da parte dei tifosi del Pescara nei confronti suoi e del tecnico Zeman: “Gli ho detto che da oggi non sono più solo, siamo in due e almeno dividiamo. A parte gli scherzi, penso che oggi il Pescara abbia giocato una buona partita contro la prima della classe. Non penso che abbiamo sfigurato. Anzi, a mio modesto avviso se c’era una squadra che meritava di vincere era il Pescara perchè ci siamo mangiati l’impossibile. L’importante è che lo stadio intero sostenga i ragazzi. La contestazione verso di me la prendo anche a livello scaramantico: se non ci fosse magari le cose potrebbero andare male”.

Il dirigente del Delfino ha concluso: “Oggi avevamo in campo due ’99, un ’98 che è subentrato e due ’96. Quando giochi un campionato di Serie B così importante con tanti giovani è chiaro che ci si deve aspettare alti a bassi. Partite bellissime e gare dove sei in vantaggio, e sembra una partita chiusa, e invece la riapri tu direttamente”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI