Zdenek Zeman, tecnico del Pescara, ha parlato nel post-partita dell’Adriatico ai microfoni di Radio Rai, analizzando così la prestazione dei suoi contro la Juventus:

“Peccato, abbiamo cominciato benino contro una Juventus che ha vinto 5-6 scudetti di fila. Peccato anche per il secondo gol che poi ha chiuso la partita. Se fossimo andati all’intervallo sotto 1-0 forse potevamo sperare. La retrocessione sembra segnato, ma noi dobbiamo provarci finché la matematica non ci condanna. Spero che la squadra riesca a giocarsela alla pari con le avversarie che sfiderà dopo la Roma. Le qualità tecniche delle avversarie sono tante, noi dobbiamo cercare di opporci con voglia e organizzazione. L’anno prossimo? Io sto valutando questi giocatori che hanno fatto bene lo scorso anno in B, quest’anno c’è differenza tra la A e la B. Spero che riuscirò a conservare questo di buono che c’è per fare un buon campionato di B. Ci guardiamo intorno per cercare i calciatori che ci possano aiutare a vincere. Il Barcellona? La Juventus non è come il PSG, penso che riuscirà a mantenere un vantaggio importante. Muntari? Era già difficile giocare contro la Juventus in 11, figurarsi in 10. Lui era già ammonito”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008