#PescaraEmpoli 0-1 – Alla capolista basta Donnarumma, rigore parato da Gabriel: tabellino e pagelle

gabriel

Allo stadio Adriatico di Pescara si presenta l’Empoli di Andreazzoli con l’intenzione di sottrarre 3 punti ai padroni di casa allenati da Epifani. Il Pescara, dal canto suo, non vince dal 10 febbraio nell’1-0 interno contro la Salernitana e porta, attualmente, il titolo di peggior difesa in casa del campionato con 25 gol subiti in 16 gare, occupando la 14esima posizioni in classifica. Gli ospiti, che guardano tutti dall’alto con 57 punti, non perdono dall’11 novembre e vantano il miglior attacco del campionato, con 25 gol in 30 partite.

ANALISI DELLA PARTITA

Ritmi molto blandi nei primi dieci minuti, dove si segnala l’infortunio al 6′ di Krunic, costretto a lasciare il campo a Brighi. Dopo due minuti Traorè dalla destra mette un pallone velenoso a centro area deviato da Coda che per poco non sorprende Fiorillo. Al 17′ l’Empoli trova il sorpasso: tiro dal limite deviato di Brighi, pallone che finisce a Caputo che di prima serve Donnarumma, tutto solo a porta vuota: impossibile fallire il vantaggio ospite. Al minuto 23′ Traorè pesca Caputo in area che al volo di destro cerca il gol impossibile, sfiorando il palo. Padroni di casa vicinissimi al pareggio al 30′: Machin lascia partire un traversone dalla sinistra, Gabriel smanaccia male e Coulibaly da due passi trova soltanto il legno. Al 40′ errore fatale della difesa dell’Empoli: su retropassaggio killer di Castagnetti, Mancuso intercetta il pallone, si presenta davanti a Gabriel e viene steso dal portiere brasiliano: rigore e ammonizione per l’estremo difensore. Dal dischetto si presenta Pettinari che si fa ipnotizzare da Gabriel e non sfrutta l’occasione dagli undici metri. Si va all’intervallo col punteggio di 1-0 per gli ospiti.

Al rientro dagli spogliatoi primo brivido al 48′: Pasqual su punizione impensierisce Fiorillo, ma il pallone termina di poco alto sopra la traversa. Ancora Empoli al 52′: Caputo in area fa a sportellate con Crescenzi e conclude verso la porta di Fiorillo, dando solo l’illusione ottica del gol. E’ ancora Pasqual a scaldare i guantoni del portiere di casa, con un tiro-cross al 61′ respinto bene da Fiorillo. Al 73′ è Brugman a sciupare un’occasione d’oro per riaprire la gara: su cross di Balzano respinto dalla difesa ospite, il capitano abruzzese dal dischetto del rigore spara altissimo. Succede poco e nulla fino alla fine del match, con molti falli da parte del Pescara. Dopo 4′ di recupero Piccinini manda tutti sotto la doccia: 9 vittorie, 3 pareggi e zero sconfitte per l’Empoli di Andreazzoli, che conduce con 60 punti. Ennesima sconfitta per il Pescara di Epifani, complici anche le tantissime palle perse.

PESCARA (3-5-2): Fiorillo 6; Fornasier 5.5 (45′ Gravillon 5.5), Coda 5, Perrotta 5.5 (65′ Carraro 5.5); Crescenzi 5, Machin 5.5, Brugman 5, Coulibaly 5, Balzano 5.5; Mancuso 5, Pettinari 4.5 (55′ Bunino 5). A disposizione: Savelloni, Bovo, Yamga, Elizalde, Cocco, Fiamozzi, Cappelluzzo, Scimia, Baez. Allenatore: Massimo Epifani

EMPOLI (4-3-1-2): Gabriel 7; Di Lorenzo 6, Maietta 6, Luperto 6.5, Pasqual 6.5; Bennacer 6.5, Castagnetti 6, Krunic sv (6′ Brighi 6.5 (78′ Lollo 6)); Traoré 6; Caputo 7, Donnarumma 7 (85′ Polvani sv). A disposizione: Meli, Giacomel, Rodriguez, Ninkovic, Canestrelli, Imperiale. Allenatore: Aurelio Andreazzoli

Arbitro: Piccinini (sez. Forlì)

Marcatori: 17′ Donnarumma

Ammoniti: 22′ Traorè, 25′ Perrotta, 40′ Gabriel, 55′ Gravillon, 59′ Balzano, 71′ Machin, 89′ Coda

TOP 90ESIMO – Gabriel 7: il rigore parato a Pettinari, che vanifica anche l’erroraccio di Castagnetti, è lo spartiacque della gara.

FLOP 90ESIMO – Pettinari 4.5: prestazione grigia, quasi sempre assente dalla manovra e, come se non bastasse, sbaglia il rigore che avrebbe riaperto il match.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.