Alla vigilia del match tra Carpi e Pescara, valido per la settima giornata del campionato di Serie A, il tecnico degli abruzzesi Zdenek Zeman ha presentato la gara nella consueta conferenza stampa. Di seguito le sue parole, riportate da Abr24.com:

Sulla gara di Cremona – “A Cremona abbiamo giocato al contrario delle altre volte. Altre volte abbiamo iniziato bene, questa volta abbiamo finito bene. La prima mezz’ora di Cremona però non la voglio più vedere, è stata molto brutta”.

Sull’avversario di domani – “Il Carpi è una buona squadra, di categoria, lavorano tutti e fisicamente sono forti. Se non sbagliavano la partita con il Foggia erano in testa. E’ la squadra che fa meno possesso in campionato e sono molto pericolosi in ripartenza”.

Sui dubbi di formazione – “Domani potrei giocare sia con Kanoutè regista che con Brugman regista. Dipende sempre dalle partite e da ciò che serve alla squadra. Di certo Brugman è un giocatore più offensivo che difensivo. Kanoutè però non sta bene perchè ha avuto una piccola distorsione e bisognerà valutare”.

Sugli infortuni nel calcio di oggi – “Oggi nel calcio appena qualcuno sente qualcosina si ferma. Immobile qui giocava con la caviglia gonfia. Oggi invece servono le cure, serve la radiologia, c’è meno spirito di sacrificio nel calcio di oggi”.

Sui giocatori meno utilizzati – “Arriverà anche il turno di Benali. Quanto a Ganz, parlo spesso con lui, anche più che con gli altri: arriverà il suo momento, lui lo sa e si sta preparando per quello. Lui con il suo fisico ha sofferto la preparazione. E poi i gol di Pettinari gli hanno un po’ chiuso gli spazi. Lui è adattissimo al mio tipo di calcio, ma al momento non è ancora inserito nel mio tipo di calcio. Certo, conta anche la fame. Anni fa Maniero tecnicamente per me era più bravo di Immobile, però Ciro aveva la fame”.

 


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008