Perugia e Cosmi di nuovo insieme per conquistare la Serie A

“Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano”. Cosmi ed il Perugia, il grifone e Serse di nuovo insieme per continuare a sognare la promozione in Serie A.

Il tecnico umbro dopo un continuo girovagare in Italia tra la massima serie e quella cadetta è tornato in “Patria” dopo ben 16 anni da quel fatidico Perugia-Fiorentina, spareggio che segnò la retrocessione del club biancorosso e la fine del rapporto con il tecnico.
Era il Perugia di Gaucci, squadra che in soli 4 anni di Serie A seppe vincere una coppa Intertoto, partecipare alla ormai ex Coppa Uefa e sfornare giovani talenti come Marco Materazzi, Ze Maria etc…

Oggi, invece, Cosmi guiderà la squadra sotto il controllo del patron Santopadre in un clima di notevole entusiasmo per il solo fatto di tornare a vedere in panchina l’eroe perugino dei primi anni 2000.

PERCHE’ COSMI?

La scelta della società umbra si è sviluppata nelle ultime ore dopo un testa a testa con Stefano Colantuono. Il motivo potrebbe essere più caratteriale che tattico: la squadra, pur restando in zona Play-Off, si è allontanata dalla promozione diretta in seguito a sconfitte e prestazioni deludenti sotto la guida di Massimo Oddo.

Gli obiettivi iniziali, vista anche la caratura del tecnico ex Pescara, erano ben altri e la situazione odierna non può far star tranquilli anche perchè i tifosi vogliono conquistare traguardi molto più importanti.

Cosmi, da questo punto di vista, potrebbe essere il vero asso nella manica vista la grinta e passione che mette nel suo lavoro e diffonde nei propri giocatori. Certo, bisogna anche valutare una rosa costruita per un tipo di gioco ed al momento lontana dal proprio 3-5-2 ma con l’avanzare del calciomercato invernale tutto ciò potrebbe annullarsi.

PERUGIA NEL DESTINO

“Allenare è un conto, allenare qui un altro.” Ecco come si apre la conferenza stampa di presentazione tra la gioia dei sostenitori e l’emozione del tecnico per poter tornare ad allenare la “sua” Squadra. Il cammino non sarà semplice vista l’ardua concorrenza ma, molte volte, le sensazioni e i sentimenti possono surclassare ogni tipo di tattica e Cosmi sa bene che un eventuale trionfo sulla panchina del Perugia eliminerebbe ogni tipo di delusione professionale.

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008