Pepe Reina e le sue simpatie politiche: come ne esce il personaggio?

Pepe Reina è finito ancora una volta nella rete delle polemiche per alcuni suoi orientamenti politici. Il portiere attualmente in forza all’Aston Villa era risultato nel mese di marzo positivo al Covid-19 ora per fortuna guarito. In tutte queste settimane non si è risparmiato nell’esprimere critiche ai governanti spagnoli mediante un utilizzo molto assiduo dei propri profili social. In particolare, l’estremo difensore – ancora di proprietà del Milan – ha attaccato più volte le misure del premier Pedro Sanchez, soprattutto per come quest’ultimo e i suoi ministri hanno guidato la Spagna nell’emergenza Coronavirus.

Il sostegno di Reina alla destra di VOX

Negli ultimi giorni Pepe Reina è finito sulle cronache di molti fonti d’informazione a causa di un’immagine postata sul proprio profilo Twitter. Il post in questione appoggiava una manifestazione indetta a Madrid contro la gestione della pandemia del governo Sanchez. Il corteo, a cui numerosi persone hanno partecipato dalle proprie automobili con bandiere rosso-oro al seguito, era stato organizzato dal partito VOX, terza formazione politica del Parlamento iberico.

Di ispirazione conservatrice e nazionalista, Vox è stato spesso accusato di essere vicino all’estrema destra franchista e rappresenta la versione spagnola dei movimenti sovranisti emersi un po’ in tutta Europa. A causa dell’appoggio a questo corteo, in molti in Spagna hanno stigmatizzato il messaggio di Pepe Reina. Ha fatto discutere il messaggio di NEGA, un rapper della crew Los Chikos del Mai’z. Quest’ultimo ha apostrofato il portiere ex Napoli con l’espressione “Fascista di m…”, tirando in ballo anche il suo passato con la Roja: “Anche in nazionale pensavi di essere super simpatico ed eri solo imbarazzante“. Reina ha risposto dicendo di non volere lezioni di dignità.

Già in passato alcune uscite di Pepe Reina avevano posto l’accento sul suo orientamento politico. La manifestata avversione al governo di Pedro Sanchez lo avevano portato a commentare con il termine “vergogna” alcune dichiarazioni del premier nel mese di marzo. Con alcuni likes, inoltre, aveva appoggiato alcune posizioni degli esponenti di Vox Abascal e Monasterio. E non ultimo, alla vigilia delle elezioni dello scorso novembre il portiere madrileno – come riportato dal quotidiano conservatore El Razon – era stato al centro di una breve polemica con l’esponente indipendentista catalano Gabriel Rufìan dopo un tweet di stampo politico con la bandiera spagnola in evidenza.

Giusto o sbagliato manifestare le proprie opinioni?

Senza voler scadere in utili e eccessivi moralismi, è chiaro che alcune prese di posizioni possano lasciare un po’ perplessi. Questo in particolare per un pubblico come quello italiano, poco abituato a determinate invasioni del mondo calcistico – soprattutto dei calciatori – in questioni politiche delicate. I più concordi con le posizioni di Pepe Reina e di Vox lo esalterebbero per il coraggio nell’essersi messo contro a determinate posizioni in una nazione – la Spagna – dove alcuni temi (ad esempio quelli indipendentisti) riguardano eccome anche i calciatori.

C’è, però, anche una questione d’immagine. La Spagna è un paese dove alcune molte tensioni sociali sono ancora vive, a neanche 50 anni dalla fine del regime di Francisco Franco. Da determinate polemiche potrebbe uscirne danneggiato il personaggio, seppur ormai nella fase finale della propria carriera.

Reina si è spesso contraddistinto per le proprie capacità da leader e per la saggezza e la lucidità mostrata davanti ai microfoni in più occasioni. Sarebbe un peccato se alcuni discorsi extra campo oscurassero tutto ciò. Fermo restando la libertà nello sconfinare in altri discorsi – con tutti i rischi che ne conseguono.

Nonostante il tono leggero utilizzato nei confronti di alcune simpatie, Novantesimo.com si schiera contro ogni forma di fascismo ed estremismo politico.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008