Pato: “Leonardo darà sicurezza all’ambiente, tornare al Milan? Aspetto la chiamata”

La prossima stagione i tifosi del Milan si augurano possa essere quella della definitiva svolta dopo anni di delusioni e l’arrivo di Leonardo potrebbe essere un buon punto di partenza per tornare la squadra che non troppi anni fa si contendeva lo scudetto con Inter e Juventus. Un giocatore di quel Milan era Pato, ormai giocatore del Tianjin Quanjian ma idolo dei tifosi rossoneri grazie ai 5 anni trascorsi in Italia e conditi con diversi trofei. Se parliamo di Leonardo e Pato ci viene in mente il passato milanista ma ora che l’ex tecnico rossonero è tornato in società c’è speranza anche per il presente del Diavolo e, perché no, per il futuro.

Non sono affatto sorpreso del fatto che Elliott lo abbia scelto“, spiega Pato in un’intervista a Tuttosport “conosce bene Leo, è un fuoriclasse. Gli ho inviato le mie congratulazioni e l’in bocca al lupo qualche giorno fa. Sicuramente Leo ha la visione, la competenza e l’autorevolezza per dare una nuova impostazione al club. Non solo dal punto di vista tecnico. Immagino che in società ci sia un po’ di smarrimento: in appena un anno e mezzo tante persone sono andate via e Leonardo può dare sicurezza a tutto l’ambiente. E’ la persona giusta al posto giusto nel momento giusto: farà un gran lavoro”.

Dopo esser stato allenatore del Milan Leonardo ora si occuperà di ruoli dirigenziali e la domanda per Pato sorge spontanea: allenatore o dirigente? “Per quanto mi riguarda Leonardo è stato un bravo allenatore, con delle idee innovative, e sono certo che continuerà a fare benissimo il dirigente, sulla scia di quanto di buono ha fatto negli anni in cui è già stato dirigente nel Milan”.

Pato continua parlando di una partita del passato: “Il derby vinto contro Leonardo all’Inter? Partita indimenticabile. Un paio di mesi fa ci siamo trovati a pranzo in un ristorante brasiliano a Milano, ‘Casa Tapioca’, io, Adriano Galliani, Ariedo Braida, il mio procuratore Gilmar Veloz, Andrea McLeod, il mio media manager, e Leonardo. Si è parlato di quei due gol nel derby, ma anche della doppietta a Madrid contro il Real”.

A proposito della partita contro il Real Madrid: “Il Milan non aveva mai vinto al Santiago Bernabéu in gare ufficiali. Eravamo sotto 1-0 a fine primo tempo, ma nella ripresa giocammo alla grande, con Leo che ribaltò la squadra e quelle scelte ci portarono alla vittoria. Con lui in panchina. Che notte”.

Ritorno al presente con un opinione su Yonghong Li ed Elliott: “Non conosco molto della precedente proprietà. Mi sembra che in poche settimane la nuova proprietà si sia mossa in maniera decisa sull’organizzazione del club. Questo fa ben sperare per il Milan e per il suo futuro. Il club merita di tornare ai vertici del calcio”.

Dal passato, al presente…al futuro, forse non troppo lontano: “Un mio ritorno al Milan con Leonardo? Intanto aspetto la chiamata … poi vediamo!”. 

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo