Che week-end di Serie A, molti gol e non pochi colpi di scena, questa sera si giocherà Pescara – Roma così avremo da guardare solo altre cinque giornate (i tifosi dalla nona alla quindicesima posizione esclameranno finalmente), o meglio finali come piace agli addetti ai lavori. Poi potremmo dedicarci anima e corpo al calciomercato, i tifosi ormai si interessano più di quello che del campo, quasi. Prima di analizzare l’ultima corsa che resta aperta in campionato, evidenziamo tre record fuoriusciti al termine di questa giornata di Serie A.

  1. La Juventus continua a vincere questo campionato, si è vero manca la matematica ma non ci sono dubbi sul trionfo bianconero nella nostra Serie A. Questo dovrebbe essere il sesto scudetto consecutivo, quindi record.
  2. I setttantre gol subiti dal Palermo, si avete letto bene. Negli ultimi anni hanno fatto peggio solo Parma e Frosinone, rispettivamente ne avevano subiti settantacinque e settantasei al termine del girone di ritorno, i rosanero hanno cinque giornate di tempo per inseguire questo pessimo record.
  3. Le ultime tre squadre hanno perso oltre ventuno partite, ricordiamolo Crotone, Palermo e Pescara. Questo non accadeva dal campionato 2009/10, dove Atalanta, Siena e Livorno collezionarono rispettivamente 21, 21 e 23 sconfitte al triplice fischio dell’ultima giornata.

Dopo aver dato un occhio alla testa e alla coda della classifica, ormai l’Empoli con un più cinque sul Crotone a cinque dalla fine si sente più tranquillo di settimana scorsa. Analizziamo la corsa all’Europa League, potrebbe decidersi tutto settimana prossima. La classifica dice: Lazio 64, Atalanta 63, Milan 58, Inter 56 e la resuscitata Fiorentina 55.

Prossima giornata? Tutti match duri per le squadre impegnate in questa corsa. Andiamo in ordine di difficoltà. La Fiorentina sarà impegnata a Palermo, una squadra ormai in vacanza da troppo tempo. Il Milan paradossalmente se oggi avesse vinto avrebbe trovato difficoltà maggiori in quel di Crotone, dove l’entusiasmo della settimana scorsa, nonostante il trionfo sulla Sampdoria, sembra scemato. L’Atalanta si ritrova la Juventus in casa, una Juventus che magari potrebbe avere la testa alla Champions, anche se la squadra bianconera difficilmente abbassa la concentrazione quindi sfida durissima. L’Inter aspetta il Napoli a San Siro, il club azzurro arrabbiato dopo lo stop di Sassuolo e con voglia di rivalsa in vista delle ultime possibilità per evitare i preliminari di Champions League. Dulcis in fundo, il derby di Roma, la Lazio contro i giallorossi di Spalletti, un banco di prova decisivo per Simone Inzaghi al termine di una stagione ad altissimi livelli. Qualcuno dice che il campionato è finito? Restate carichi e pronti, almeno per la giornata numero trentaquattro!

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008