Portogallo terzo in Confederations Cup, la finale andava centrata contro il Cile ma ai rigori fu un disastro, zero rigori segnati su tre calciati.

In Italia una piccola fetta di tifo guardava quella gara, quale? Quello rossonero, con un occhio allo smartphone mentre arrivava Hakan Calhanoglu e con l’altro si pensava ad André Silva contro il Messico. Parte titolare, senza Cristiano Ronaldo, senza il peso ingombrante di uno dei due più forti del panorama calcistico mondiale.

Io ho seguito molto l’attaccante portoghese in questa competizione, senza voler analizzare il rigore sbagliato di oggi o i numeri delle sue gare, andiamo sul concreto. Tifosi rossoneri non vi aspettate la punta messa lì davanti a fare sponde, o il vecchio 9 statico. Questo è un attaccante su cui lavorare, per Montella c’è da divertirsi. Il giocatore a differenza del materiale umano di quest’anno nelle mani di Montella, parlo di Bacca e Lapadula, ha ottime doti di dribbling e di passaggio. Paradossalmente è meno bravo nella finalizzazione, ma se Montella riuscirà a riparare con Suso e Calhanoglu sugli esterni i gol possono arrivare non per forza dal portoghese. Giocatore veloce, bravo in contropiede e soprattutto intelligente a decidere la giocata migliore. Il giocatore che piace al tecnico di Pomigliano d’Arco,o almeno quella tipologia. Non sarà prontissimo nelle prime gare magari, non che non segnerà o che voglio dargli una scusante, ma che non mostrerà tutto il suo valore.

Il mercato ci sta facendo divertire… ma quanto ci manca il campo?!?!

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008