La Procura Federale, questa mattina, si è espressa in merito al caso Spezia-Parma, nato dopo l’intercettazione di alcuni messaggi inviati da Calaiò e Ceravolo ad alcuni loro ex compagni allo Spezia.

La sentenza ha proclamato il deferimento del club emiliano insieme ai suoi due tesserati sopracitati, ora però il rischio è l’iscrizione alla prossima Serie A. Emanuele Calaiò e Fabio Ceravolo sono stati accusati per tentato illecito sportivo che mette a rischio la promozione in Serie A degli emiliani. Al termine dell’iter processuale , il Parma potrebbe ricevere una penalizzazione che potrebbe modificare l’ultima classifica di Serie B.

La Procura Federale ha richiamato l’art. 7 del codice della giustizia sportiva: “Il compimento, con qualsiasi mezzo, di atti diretti ad alterare lo svolgimento o il risultato di una gara o di una competizione ovvero ad assicurare a chiunque un vantaggio in classifica costituisce illecito sportivo”.

 

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008