A poco più di ventiquattro ore dall’eliminazione dell’Italia Under 21 dagli Europei di categoria, è necessario fare una riflessione sul percorso degli ultimi anni. Se a differenza di pochi anni fa, sono stati fatti dei passi in avanti tenendo presente che allora diversi giocatori militavano in Serie B. Progressi che, tuttavia, sono riservati sufficienti fino ad un certo punto. Analizzando la rosa degli Azzurrini e confrontandola con quella dei parietà della Spagna, ci accorgiamo della differenza sostanziale sul piano di partecipazione a manifestazione europee.

In Champions League sono diversi i giovani iberici ad aver collezionato dei gettoni di presenza come Deulofeu (8), José Rodriguez (5), Asensio (8), l’autore della tripletta Saul (38), Suarez (23) e Bellerin (15), senza dimenticare le 17 presenze di Williams in Europa League. Spostando lo sguardo e tornando nel Belpaese, il confronto è perso in partenza con i soli Petagna (1) e Rugani (3) ad aver calcato un campo di calcio dopo aver sentito la musichetta del trofeo europeo più importante. Troppo poco. Dato che può essere ammorbidito considerando anche l’Europa League (2 Garritano, 5 Chiesa, 5 Pellegrini, 15 Benassi e 18 Bernardeschi), ma il gap resta sempre ampio.

Statistiche che potrebbero benissimo lasciare il tempo che trovano, ma che lanciano un segnale importante della mancata fiducia da parte dei big club nei confronti dei giovani. Un esempio lampante si ha con Mandragora (convocato per i mondiali U20) che, rimasto a Torino per recuperare a pieno dall’infortunio, ha avuto un misero minutaggio di quattro minuti con la maglia della Vecchia Signora.
Mancanza di fiducia che probabilmente potrebbe essere parzialmente giustificata dai flop di Milan e Inter che in queste ultime stagioni sono scomparse dai radar delle competizioni europee: le due milanesi, infatti, vantano nei loro organici calciatori interessanti come Donnarumma, Calabria, Gagliardini e Locatelli; ma, probabilmente non sarebbe stato comunque sufficiente.

CONDIVIDI
Classe '97, studente di Economia. Amante del calcio e delle sue sfaccettature a tutto tondo.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008