Paolo Berlusconi: “Stupido e in malafede pensare che la cessione fosse finta. La nuova proprietà ha bisogno di tempo”

Fassone Mirabelli

Paolo Berlusconi, fratello di Silvio ed ex vice-presidente del Milan, ha rilasciato la seguente intervista ai microfoni di TMW Radio soffermandosi sulla cessione del club rossonero e sull’attuale dirigenza: “Mi fa sorridere l’ipotesi che sia una cessione finta e che sia solo una manovra di mio fratello per far rientrare soldi dall’estero. Questa è malafede e stupidità”.

Dopo la cessione del club volevo vedere se la mia sofferenza sarebbe stata diversa e invece non è cambiato nulla. Ogni lunedì ci troviamo ad Arcore e il primo tema, ancora oggi, è sempre il Milan, che per la nostra famiglia è ancora molto importante. Ora c’è una dirigenza che deve cercare di risollevare il club.

Dopo un grande mercato, ci troviamo davanti ad classifica con meno punti dell’anno scorso e con una squadra che ha dimostrato di non essere ancora competitiva. Queste critiche non devono essere viste come una condanna, è chiaro che la nuova proprietà ha bisogno di tempo.

Esonero Montella? L’esigenza di cambiare era normale, quando le cose vanno male si cerca di dare una scossa. Gattuso rappresenta l’anima del Milan, è una scelta appropriata, anche se si trova davanti una situazione molto difficile. Serve un po’ di pazienza”. A riportare è la redazione di Calciomercato.com.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008