PAOK, il presidente chiede scusa: “Reazione eccessiva causata dall’arbitro”

uefa logo

Il presidente della formazione greca del PAOK, Ivan Savvidis, ha voluto scusarsi dopo il brutto gesto durante la gara contro l’AEK.

Savvidis, infati, era sceso sul campo con una pistola nella fondina dopo che al 90 l’arbitro non aveva concesso un rigore a favore.

Queste le sue parole riportate da Tuttomercatoweb.com: “Signore e signori, voglio scusarmi con tutti i sostenitori del PAOK, i tifosi greci e il calcio mondiale per quello che è successo. Chiaramente non avevo il diritto di scendere in campo in quel modo. La mia reazione emotiva è stata causata dagli eventi che hanno avuto luogo nel finale di PAOK-AEK, in particolare dal gol annullato: il mio unico obiettivo era quello di difendere i nostri tifosi, non avevo intenzione di attaccare i nostri avversari o gli arbitri. Continueremo a combattere, nonostante gli attacchi che stiamo subendo a tutti i livelli, per un calcio più giusto e arbitraggi onesti. Mi scuso ancora”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.