#PalermoTernana, Pochesci: “Dovremmo essere bravi a sfruttare i punti deboli del Palermo”

Tempo di vigilia in casa Ternana in vista della trasferta di domani di Palermo, ad oggi capolista del campionato cadetto. A presentarsi in sala stampa è il tecnico rossoverde, Sandro Pochesci: “Domani sono tutti arruolati, viene anche Albadoro perciò siamo al completo tranne Marino. Il Palermo è una squadra che ha le più grandi individualità del campionato, non ha un grande gioco di squadra ma tanti giocatori che hanno estro perciò è difficile organizzare e preparare una partita come questa. E’ una squadra che ha dei punti deboli però noi dobbiamo essere bravi a sfruttarli, dovremo mettere in campo una prestazione importante al 120%, ha 7-8 nazionali e rappresenta molti paesi per questo non vorrei essere nei panni del loro allenatore. Io sono fortunato perché ho un presidente che mi prende italiani o ternani.

Carretta? La sua forza è la corsa, deve imparare a finalizzare meglio. Lui non si deve sentire appagato se arriva davanti al portiere ma quando mette la palla in rete. Vorrei giocare come ho finito contro il Parma e cioè con quattro punte ed una mezza punta ma devo sentire i miei ragazzi. Mi sto convincendo che questa squadra quando non pensa può dare problemi a tutti. Abbiamo tre difensori e tre centrocampisti forti e ci possono dare una giusta copertura dietro, in Serie B vedo poche squadre che giocano così ma sempre difese arcigne e difesa.

Nel primo tempo il Parma ci ha messo in difficoltà con gli esterni bassi, non potevo mai ripartire ecco perché a volte bisogna sacrificare qualche giocatore (Bombagi, n.d.r.) e sono stato costretto purtroppo a fare così. Noi non abbiamo grandissimi attaccanti, ma abbiamo gente forte che crea tanto. Non ho certezze per ora, stanotte mi vedrò le loro partite e poi deciderò. Sicuramente è una squadra che dobbiamo prendere in velocità perché loro non arrivano col palleggio ma con azioni individuali. Per esempio prende palla Coronado e arrivano in porta. Coronado è una giocatore troppo forte, molto difficile da marcare. L’unica cosa che ci vorrebbe è il fucile per sparargli (ride, n.d.r.). E’ un giocatore immarcabile e dovremmo essere bravi noi a limitarlo con l’organizzazione di squadra. In campo lo vedo come una seconda punta, per me il trequartista vero è Tremolada. Bombagi purtroppo con noi ha perso del tempo per il suo infortunio, ti puoi allenare al massimo ma ti mancheranno sempre i tempi di gioco della partita. In ogni caso la sua condizione è al 100% e può giocare”.

CONDIVIDI
Classe '92, il calcio vera grande passione. La Ternana squadra del cuore. Tele Galileo, Calcio Ternano e Novantesimo.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008